Cerca

Le mosse

Roma, la cena della minoranza Pd con Sel per staccarsi da Renzi

Roma, la cena della minoranza Pd con Sel per staccarsi da Renzi

Per fermare Matteo Renzi la minoranza Pd lavora giorno e notte. Soprattutto a cena. Riunioni, patti e piani anti-Matteo si sprecano. L'ultima cena dei congiurati, secondo quanto racconta il Messaggero si è tenuta al circolo Canottieri Lazio, qualche giorno fa. Attorno a un tavolo leggermente rettangolare, si ritrovano: la presidente della Camera, Laura Boldrini; al suo fianco sinistro, l’ex leader del Pd, Pierluigi Bersani; segue Maurizio Landini, l’unico in maglione; subito dopo, Maurizio Migliavacca, l’ombra di Bersani ai tempi di Pierluigi; quindi Nicola Fratoianni, dirigente in ascesa dentro Sel, con gentile signora Elisabetta; e per finire, Nichi Vendola, leader di Sel, con il compagno Eddy Testa. 

Gli scenari - I commensali hanno dato vita, tra un boccone e l'altro ad uno scambio di opinioni, uno sguardo allo sciopero generale, nonché ai futuri assetti di corso d’Italia con un obiettivo chiaro: azzoppare Matteo Renzi.  Bersani ha dettato la linea ai ribelli e ai cugini di Sel: si resta dentro, e si punta a vincere il prossimo congresso. Ma secondo i rumors Civati, Fassina, Cuperlo, D’Attorre sono pronti ad affossare la manovra con una serie di emendamenti. Per poi passare alla faida interna, dentro le mura del Nazareno, che porterebbe alla fuoriuscita di Civati e Fassina con destinazione Sel di Nichi Vendola. E il gran regista delle manovre "rosse" è proprio Nichi che vuole una nuova lista Tsipras in salsa italiana con Civati e Fassina cercando di evitare l'assalto di Landini che potrebbe puntare alla poltrona di segretario generale della Cgil dopo Susanna Camusso. Una nuova legge elettorale con soglia al 3 per cento costituisce certamente un incentivo per operazioni di questo tipo, tali da trasformare in realtà i sogni di rappresentanza politica in Parlamento. Una operazione, raccontano i bene informati, gradita anche a Renzi, che con gli irriducibili ha perso ormai ogni contatto....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francosavoia

    23 Novembre 2014 - 16:04

    La mia idea : soglia di sbarramento al 2 o 3% , ma limite di minimo un 15-20% per formare governo di coalizione:si permette la Rappresentanza ma si garantisce la Governabilitá

    Report

    Rispondi

  • ambastianelli

    23 Novembre 2014 - 15:03

    Poveri disgraziati tira piu' la poltrona che un carro di buoi....vorrei essere uno 007 per spulciare nei loro meandri .e scoprire cosa nascondno...vorrei anche essere una mosca ..e udire i loro discorsi,....vorrei anche avere a disposizione una cloaca ed inghiottirli tutti.

    Report

    Rispondi

  • totareo

    23 Novembre 2014 - 11:11

    non avendo nulla da dire cospirano tessera gratuita per il club degli incapaci troverebbero vecchi amici tipo Prodi per disquisire dei danni fatti a questo paese

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    23 Novembre 2014 - 10:10

    Avranno un successo pazzesco. Ve lo immaginate? Boldrina,quella che ama i gitani/immigrati e non gli italiani, Bersani, quello che ha grosse difficoltà a capire la realtà, un mese perso con i grillini, e Vendola. qui che volete la confusione è totale, è carne, pesce od uno sbagliato? Auguri cari, così Renzi avrà vita facile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog