Cerca

Ricorrono i cognomi

Beppe Grillo in Costarica:
quella "sociedad anonima"
con lui, congnata e autista

L'Espresso anticipa un'inchiesta gli investimenti e il progetto per la costruzione di un resort a Papagayio. Non il massimo della trasparenza...

..
Beppe Grillo

Beppe Grillo

Il settimanale L'Espresso anticipa un'inchiesta sullo staff di Beppe Grillo. Nel mirino del settimanale finisce l'autista di Beppe, Walter Vezzoli. Lui è l'uomo di fiducia del comico. Lo segue come un'ombra. Grillo durante il comizio a Roma in piazza San Giovanni lo ha presentato così: "Sta con me, fa la logistica, mi protegge, ha tutto sotto controllo. È un ragazzo formidabile". Secondo il settimanale, però, Vazzoli gestisce "tredici società aperte in Costa Rica, per compiere operazioni immobiliari, investimenti, costruzioni, incluso il progetto per un resort di lusso". E fin qui, tutto bene.

Le società in Costa Rica - "Quattro di queste società risultano immatricolate con la formula della "sociedad anonima", uno schermo giuridico che consente di proteggere l’identità degli azionisti. Non è dato sapere, quindi, chi abbia finanziato queste iniziative. Un fatto che di sicuro non verrà molto apprezzato dal MoVimento. Dalle carte che l’Espresso ha potuto consultare emerge anche che tra gli amministratori compare, insieme a Vezzoli, Nadereh Tadjik, ovvero la cognata di Grillo, la sorella di sua moglie Parvin, di origini iraniane", si legge nell'anticipazione diffusa dal settimanale. 

L'amministratore - Poi l'Espresso entra nel dettaglio sulla composizione delle società: "Nella Armonia Parvin sa (il nome della società, ndr), guarda caso stesso nome della signora Grillo, la presidente Nadereh Tadijk e il segretario Vezzoli sono affiancati da un terzo amministratore, un italiano residente in Costa Rica che si chiama Enrico Cungi. Cungi nel 1996 venne coinvolto in un’indagine per narcotraffico. Arrestato in Costa Rica e poi estradato in Italia ha passato tre mesi nel carcere di Rebibbia, ma non risultano condanne a suo carico". 

Il resort  - Infine, L'Espresso parla di un progetto delle società guidate da Vezzoli-Tadijk che prevede la costruzione di "Ecofeudo, nome di un resort extra lusso da 30 ettari da costruire sulle colline della baia Papagayo. A giudicare dalle foto pubblicate Ecofeudo non sarà un villaggio popolare. La zona è considerata una delle più promettenti per chi vuole investire nel turismo. Nel resort le ville saranno di alto livello: potranno avere una superficie fino a 750 metri quadri coperti su un’area propria di 5000 metri quadri"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    10 Marzo 2013 - 10:10

    La calunnia è un venticello..si cantava nel Barbiere di Siviglia. Se non lo puoi battere o comprare, sputtanalo! Questa è l'Italia. A quando il primo avviso di garanzia a Grillo?

    Report

    Rispondi

  • carcoluc

    09 Marzo 2013 - 14:02

    Certo che sto Walter Wezzoli, autista di Grillo, viene pagato bene da mister popolo, intervistato a Londra davanti ad uno dei più lussuosi alberghi di Londra

    Report

    Rispondi

  • guifra35

    09 Marzo 2013 - 09:09

    E' partita la macchina giudiziaria, hanno sguinzagliato i trivellatori di fango. Cosa credevi, di poter governare questo Paese? Povero illuso, l'Italia è un dominio della sinistra, guai a quelli che la ostacolano, e dopo l'annientamento di Berlusconi il prossimo obiettivo sei tu.

    Report

    Rispondi

  • Beauty

    08 Marzo 2013 - 17:05

    sei avanti, come circa il 10% dei votanti. Io, faccio parte di quel 90% che non capiscono. Ma, considerato che sei un genio in una terra di imbecilli, perché non emigri? E, per piacere, porta con te quel grande "spessore" di Monti. Ti faremo santo, vai!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog