Cerca

Le parole sono pesanti

Grillo condanna la violenza
Ma l'ideologo del M5S:
"Viva la rivoluzione con le armi"

Docente universitario è l'Antonio Gramsci grillino. Scrive spesso sul blog di Beppe e incita alla rivolta con la violenza: "Sputate ai politici, annientateli anche con le armi"

Il quasi traditore Becchi

Il quasi traditore Becchi

 

di Ignazio Stagno

Diciamolo subito il Movimento Cinque Stelle non c'entra nulla con il gesto violento di Luigi Preiti che ha sparato, ieri, a due carabinieri davanti palazzo Chigi. Beppe Grillo ha duramente condannato il gesto spiegando che il Movimento 5 Stelle è contro la violenza, ma occorre una riflessione. Il Movimento da anni ha tra le sue fila alcuni maitre a pensèr che in un modo o nell'altro sostengono la tesi di una rivoluzione violenta per spazzare via la classe politica della seconda Repubblica dal nostro Paese. Uno di questi filosfi prestati all'ideologia grillina è Paolo Becchi. Ospite fisso del blog di Beppe Grillo, è il guru degli intellettuali a Cinque Stelle. Qualche settimana fa Becchi affermava: "Rispetto al marciume in cui viviamo ci vorrebbe una grandissima pulizia, una totale tabula rasa. Anche con le armi, perchè le rivoluzioni non sono pranzi di gala". Beppe Grillo non gli ha impedito di scrivere sul suo blog. Becchi fa parte del "cerchio magico" del M5s e detta la linea dall'alto dei suoi studi.

Chi è Becchi -  Docente di Filosofia del diritto all’università di Genova, è diventato l’intellettuale organico del Movimento. Una sorta di Antonio Gramsci del grillismo. Anche il guru dei guru, Gianroberto Casaleggio, lo ha istituzionalizzato. La Casaleggio Associati, infatti, distribuisce quel manifesto che mobilita  i grillini per difendersi dal golpe e dai complotti. “Nuovi scritti corsari” è in vendita solo su Amazon, ed è la bibbia di Becchi e di tutti i Cinque Stelle. Nei suoi testi c'è tutto il glossario grillino. Quelle parole che Beppe pronuncia da ogni piazza d'Italia per aizzare le masse sull'altare del populismo. Becchi poco tempo fa invitava tutti a fare una cosa: sputare. "Sputare a Mario Monti e accerchiare il senza escludere l’annientamento del ceto politico esistente con qualsiasi mezzo anche con le armi". Becchi non ha armato la mano di Preiti, questo è sicuro. Però farebbe bene ad abbassare i toni. I suoi post sul blog di Beppe sono letti da migliaia di grillini e elettori dei Cinque Stelle. Grillo dovrebbe prendere le distanze da chi incita alla rivolta armata. Prima che sia troppo tardi. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • biemme

    02 Maggio 2013 - 21:09

    Grillo non è in grado di gestire una cosa molto più grande di lui. Ha avuto un facile successo solo per l'incapacità dei nostri politici, ma non ha la statura per fare discorsi seri. Torni a fare il comico. E' il suo mondo.

    Report

    Rispondi

  • primus

    02 Maggio 2013 - 20:08

    Nulla a che vedere con il grillo parlante di Pinocchio....personaggio della celebre fiaba molto più intelligente del Grillo in questione. E' un povero uomo ormai ridotto ad annacquare o a dissociarsi dalla violenza che dira nel suo blog, frutto di quello che ha seminato andando di piazza in piazza, lui è colpevole e responsabile alla stessa stregua di quei pazzi criminali che dal suo blog inneggiano alla violenza. Ne pagherà le conseguenze. !

    Report

    Rispondi

  • ectosilver

    30 Aprile 2013 - 15:03

    Cosa passa nella mente Di Paolo Becchi, quando si lascia andare alle sue violente "sparate" sulla rivoluzione imminente di stampo "grillino" , solo il Padreterno potrebbe saperlo. Però da siffatte premesse , sembrerebbe logico giungere a facili conclusioni sulla natura "poco pacifica" e assolutamente antidemocratica insita nei suoi ragionamenti.Che poi molti grillini si facciano irretire da questo filosofo "dei tempi andati" è fuori discussione.Inutilmente qualche M5s spergiurerà che loro sono esagerati solo a parole, in realtà non ci crede nessuno, e neppure loro ci credono, ma hanno assimilato ormai il modo di fare fariseo e politicamente corretto dei palazzi del potere. In attesa di essere abbastanza forti per cercare di prenderselo.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    30 Aprile 2013 - 12:12

    Al momento è la sola cosa che hanno mostrato!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog