Cerca

comunicati

Sono le app di incontri il cupido del nuovo millennio?

13 Febbraio 2020

0
Sono le app di incontri il cupido del nuovo millennio?

(Milano 12 febbraio 2020) - ●Come si conoscono le coppie di oggi? E come si sono conosciuti i loro genitori? Le app di incontri e i social media sono il nuovo cupido o i tempi non sono cambiati?

●Secondo il sondaggio di Matrimonio.com, portale leader in italia del settore nuziale, in Italia, il 6,1% delle coppie ha conosciuto la propria dolce metà attraverso app o siti di incontri.

●Se si guarda anche a quanto sta accadendo in altri Paesi del mondo, la rivoluzione tecnologica sta colpendo paesi come Canada (27,3%), Regno Unito (23,7%) e Stati Uniti (22,6%).

Milano, 13 febbraio 2020 - San Valentino è alle porte: il 14 febbraio infatti, come accade ormai da centinaia di anni, si celebrerà la festa degli innamorati. Quale miglior modo per ricordarlo se non fantasticando e sognando sui primi incontri, quei momenti che sono in grado di farci battere il cuore come nient’altro al mondo e farci sentire le farfalle nello stomaco?

Ma vi siete mai chiesti come si conoscono le coppie di oggi? E come si sono conosciuti i loro genitori? Esiste un cupido del nuovo millennio o i tempi non sono cambiati?

Un esempio assai celebre di amore nostrano nato grazie all’aiuto del web è quello tra i The Ferragnez, Chiara Ferragni e Fedez che, dopo essersi visti per la prima volta durante un pranzo di amici in comune, hanno approfondito la loro conoscenza sul social Snapchat prima di organizzare un vero e proprio primo appuntamento.

I tempi dunque sono cambiati?

Per trovare le risposte a tutte queste domande, Matrimonio.com, portale leader in Italia del settore nuziale appartenente al gruppo TheKnotWorldWide, ha lanciato un sondaggio ad un campione di coppie sposate nel 2019 e i dati analizzati testimoniano che oggi la tecnologia, rispetto al passato, inizia a ricoprire un ruolo decisivo anche in questo campo.

Secondo la ricerca, infatti, in Italia, il 6,1% ha conosciuto la propria dolce metà attraverso app o siti di incontri. In molte occasioni, in generale, i social media intervengono per connettere le future coppie e i top players sono senza dubbio Facebook e Instagram.

Ovviamente non stupisce sapere che i genitori di queste coppie si conobbero attraverso il web nello 0% dei casi.

Se si guarda anche a quanto sta accadendo in altri Paesi del mondo, la rivoluzione tecnologica sta colpendo paesi come Canada (27,3%), Regno Unito (23,7%) e Stati Uniti (22,6%).

*Percentuale di coppie sposate nel 2019 che si sono incontrate attraverso siti di incontri o applicazioni

Canada: 27,3%

Regno Unito: 23,7%

USA: 22,6%.

Francia: 19.0

Spagna: 11,9%

Brasile: 9,6

Cile: 6,4%.

Italia: 6,1%.

Portogallo: 5,1%.

Messico: 5,6 per cento

Colombia: 5,0 %.

* Studio condotto da Matrimonio.com in 15 paesi in Europa, America e Asia

In Italia quindi, al contrario dei nostri cugini francesi e spagnoli e nonostante la tendenza tecnologica sia in forte crescita, continuano ad essere i luoghi sociali i principali spettatori della romantica scintilla e le coppie si conoscono ancora alla “vecchia maniera”.

Lo scettro di Cupido se lo aggiudicano gli “amici in comune”: oggi il 35,7% si è conosciuto grazie a loro, così come successe per i loro genitori (42,1%).

Al secondo posto si classifica il luogo di lavoro (15,8%) mentre eventi come concerti, feste, serate in discoteca o luoghi come le palestre rappresentano il 13,4% dei casi.

Un dato che differisce tra le due generazioni è che, 30 anni fa e nel 15,2% dei casi, le coppie si conoscevano da sempre, sin da bambini, al contrario di oggi in cui la percentuale ne rappresenta la metà (7,5%).

Una buona via di mezzo tra vita virtuale e vita reale, la testimonia Marianna all’interno della Community di Matrimonio.comin cui racconta: “Ci siamo visti la prima volta in un bar, poi ci siamo conosciuti su Facebook e ci siamo messi d’accordo per uscire. Mi venne a prendere e poi andammo a cena fuori”.

Possiamo dire che ci piace di più, insomma, il “galeotta fu quella cena a casa di Luca” che “galeotto fu quel match su Tinder”. Abbiamo uno spirito romantico e crediamo ancora che l’amore possa bussare alla nostra porta da un momento all’altro.

Riguardo Matrimonio.com

Matrimonio.com, parte del gruppo TheKnotWorldWide, è il principale portale leader del settore nuziale progettato per aiutare gli sposi ad organizzare il giorno più felice della loro vita. Con la sua presenza internazionale, il gruppo ha creato la comunità nuziale e il mercato virtuale dei matrimoni più grande al mondo. Ha un database dettagliato con più di 500.000 professionisti del settore e offre agli sposi gli strumenti fondamentali per preparare la loro lista di invitati, gestire il budget, cercare i fornitori, ecc.

TheKnotWorldWide opera in 15 paesi attraverso diversi domini come Bodas.net, WeddingWire.com, TheKnot.com, Mariages.net, Casamentos.pt, Bodas.com.mx, Casamentos.com.br, Matrimonio.com.co, Matrimonios.cl, Casamientos.com.ar, Matrimonio.com.pe, Weddingwire.co.uk, Casamiento.com.uy, WeddingWire.ca e WeddingWire.in.

Per maggiori informazioni:

Francesca Carminati

[email protected]

Web:www.matrimonio.com

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Se ne deve andare". La meloniana in aula con mascherina, insultata  "Vengo da Milano, e..." 

Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano
Coronavirus, Beppe Sala: "Rispettate le regole e niente corse ai supermercati per accaparrarsi cibo"
Coronavirus, Franco Bechis contro Giuseppe Conte & Co: "Cosa diceva il premier, chi sono i veri sciacalli"

media