Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Donald Trump ipotizza il rinvio del voto: "Elezioni Usa saranno truccate, perché non rimandarle?"

  • a
  • a
  • a

Donald Trump ha avanzato l'idea di "rinviare" le elezioni presidenziali in programma a novembre per paura di brogli. Secondo Trump il voto per corrispondenza non è sicuro. "Con il voto via posta le elezioni 2020 saranno le più inaccurate e fraudolente della storia", ha scritto su Twitter, "Sarà un grande imbarazzo per gli Stati Uniti. Ritardare le elezioni fino a quando le persone potranno votare in modo corretto e sicuro?". Attualmente non ci sono prove che il voto per corrispondenza comporti brogli elettorali. E la domanda del presidente postata su twitter è destinata a creare non poche polemiche e alimentare i timori sull' Election Day e sulla disponibilità di Trump di accettare il risultato elettorale. Un'uscita, quella del presidente, che non sembra avere alcun legame con l'emergenza coronavirus. Di certo, c'è che i sondaggi lo danno molto indietro rispetto allo sfidante, Joe Biden. Gli oppositori inoltre notano come la proposta venga avanzata nel giorno del crollo del Pil Usa del 32,9%, peggior dato nella storia del Paese. Infine, The Donald non ha fatto i conti con un dettaglio di non poco conto: il presidente degli Stati Uniti non ha il potere di rinviare le elezioni, che è prerogativa del Congresso. Secondo quanto riportato dal sito Axios, che cita il National Constitution Center, molti Stati avrebbero la possibilità di posporre un'elezione in caso di emergenza: ma il rinvio di un'elezione presidenziale sarebbe senza precedenti.

 

 

 

Dai blog