Cerca

Il diario

Dalla Liguria a Roma piena di rifiuti: l'Italia cade a pezzi

27 Novembre 2019

0
Maurizio Costanzo

Lo abbiamo detto e lo ripetiamo: l’Italia cade a pezzi. È vero, piove da molti giorni, ma dovremmo cambiar nome da “viadotti” a “crollotti”. Mi dispiace per la Liguria: prima il Ponte Morandi e adesso il crollo del viadotto. Non credo che piova soltanto in Italia, ma, evidentemente, da noi non si è fatto nessun lavoro di prevenzione e da sempre ci si affida alla buona sorte che porterà l’indomani il sole. No, facciamo qualcosa: la fragilità del Paese nel quale viviamo, è veramente sotto gli occhi di tutti. Non oso pensare quando comincerà la stagione della neve e mi sgomenta pensare ad una Roma piena di rifiuti, di topi e di gabbiani e, anche, di centimetri di neve.

di Maurizio Costanzo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Sì, siamo un po' vivaci". Conte, sei serio? La banca crolla e lui ci ride sopra

Il Regno di Boris. Scopritelo su Camera con Vista su La7
Casalino mostra agenzie a Conte durante la conferenza stampa, lui rifiuta: "Lanciamo qui le notizie"
Greta Thunberg come una rockstar a Torino: così la svedesina ringrazia la folla

media