Cerca

Inchiesta

Salerno, inchiesta sugli autori dello striscione contro Matteo Salvini: "Turbativa elettorale"

17 Maggio 2019

2
Salvini, la procura di Salerno apre un fascicolo dopo lo striscione anti-lega

La Procura di Salerno ha aperto un fascicolo per lo striscione contro Matteo Salvini esposto su un balcone di un'abitazione, lo scorso 6 maggio, quando il ministro degli Interni ha fatto tappa in Campania nel corso del tour elettorale della Lega. "Questa Lega è una vergogna", recitava lo striscione fatto rimuovere dalla Digos. Nel mirino due giovani che hanno chiesto alla proprietaria di casa di poter esporre lo striscione; il reato ipotizzato dagli inquirenti - che fanno sapere che si tratta di "un atto dovuto" - è quello di turbativa elettorale. Gli investigatori stanno inoltre indagando sulle dodici persone che hanno preso parte alla contromanifestazione organizzata in occasione del comizio.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giopul1953

    17 Maggio 2019 - 15:03

    La procura indaga su uno striscione anti lega? Non ci credo!

    Report

    Rispondi

  • agosvac

    17 Maggio 2019 - 15:03

    Non si può esporre uno striscione in una strada pubblica senza un'autorizzazione che non può essere data dal proprietario della casa ma dalle autorità competenti.

    Report

    Rispondi

Giorgia Meloni svela il vero obiettivo di Conte: "Salvare le poltrone del M5s"

Giuseppe Conte entra in Senato, applausi e strette di mano con i ministri 5 stelle. Gelo con i leghisti
Giulia Bongiorno: "Lega compatta, se c'è stata una rottura coi 5 stelle è solo perché vogliamo fare bene"
Luigi Di Maio lascia la riunione dei gruppi M5s senza fare dichiarazioni. Bocche cucite tra i grillini

media