Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calabria, terremoto magnitudo 4.4: tre scosse in mezz'ora, la prima scatena il panico

Gabriele Galluccio
  • a
  • a
  • a

Non bastava il coronavirus che si diffonde nel nord d'Italia, adesso anche il terremoto al sud. Più precisamente a Rende, in provincia di Cosenza, dove sono state registrate tre scosse: la prima è stata la più forte, di magnitudo 4.4. Centinaia di persone si sono riversate in strada per lo spavento, ma per fortuna al momento non si registrano feriti né crolli. Anche se in molti negozi di Rende e dintorni la merce è sbalzata fuori dagli scaffali per la potenza della prima scossa. I vigili del fuoco sono in azione per mettere in sicurezza soprattutto le vecchie abitazioni, che hanno subito delle lesioni e preoccupato i proprietari. Terremoto che non è stato del tutto sorprendente, dato che da settimane venivano registrati copiosi sciami sismici sul litorale jonico calabrese. Ma è comprensibile lo spavento della popolazione e il malore di alcune persone che ha richiesto l'intervento dei sanitari.  Per approfondire leggi anche: "Sospensione delle scadenze fiscali", coronavirus come un terremoto

Dai blog