Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Periscopio, gli eventi vip della settimana

Ivan Rota
  • a
  • a
  • a

Matrimonio, feste e bollicine Matrimoni, feste, ricchi premi e bollicine. Doppia festa per il matrimonio di Francesco Iavarone, figlio di Mario e Daniela Iavarone, anima dell'Associazione Amici della Lirica e madrina dei City Angels, e la bellissima americana Kristen Laffler. Prima, uno wedding cocktail a Milano allo Chateau Monfort con uno scenografico allestimento creato, torta nuziale compresa, da Enzo Miccio. Un tripudio di bollicine hanno accompagnato l'eccelsa cucina dell'hotel. Poi il vero matrimonio sulle colline del Chianti, vicino Firenze. Damigella d'onore Martina Marrapodi, nipote dello sposo,  con uno scenografico abito di Mariella Gennarino.A Castello Vicchiomaggio é stata organizzata una sontuosa cena alla quale sono seguiti balli sino a tarda notte. Cinquanta persone direttamente dagli States per festeggiare gli sposi che sono poi partiti in viaggio di nozze, destinazione Caraibi.  Influencer e pubblico hanno affollato l'evento da Mani in Pasta nella sede in viale Monza 258 a Milano, ideato dai creativi  Andrea Villani e Redi Shijaku, dove è  stato presentato il nuovo impasto doppia lievitazione in stile classico Napoletano, che conferisce a questo impasto un cornicione ben alveolato e poco consistente, un tocco segreto che aggiunge la giusta croccantezza. Ma non finisce qui; dal nuovo menu sono stati presentati anche due primi, pasta fresca trafilata al bronzo in due varianti, pomodorini freschi saltati in padella e una classica carbonara. E poi Fanfare in Concerto, manifestazioni a Roma e San Marino. Generazione Diabolika Arriva nelle sale dal 10 giugno con Movieday il documentario Generazione Diabolika, opera prima di Silvio Laccetti che ripercorre la storia inedita di un locale romano mitico, il "Diabolika" appunto, che nel giro di pochi anni è diventato un vero e proprio fenomeno di costume esportato poi su scala nazionale e internazionale. Un coraggioso esordio che punta a raccontare uno spaccato sociale e generazionale attraverso la storia di un locale. Sullo schermo si alternano immagini di repertorio a interviste ai protagonisti di una lunga stagione che va dalla fine degli anni Novanta ai primi anni Dieci del Duemila. Una dietro l'altra, si succedono le testimonianze di personaggi come Vladimir Luxuria, Emanuele Inglese, Henry Pass e il giovanissimo Lou Bellucci, il vocalist romano morto prematuramente nel 2017. Si parte da questa tragica vicenda per poi andare a scandagliare tutte le tappe fondamentali del fenomeno. Il Diabolika, infatti, non è stato un semplice locale ma molto di più. È grazie a questo che il genere musicale “House” è stato in grado di affermarsi, divenendo anche un terreno fertile di sperimentazione artistica. Nelle notti dello showbiz romano, animate dai dj Emanuele Inglese, Luigi Di Filippo (in arte D-Lewis), Paolo Bolognesi, Emix e Simone Lple sonorità classiche della musica house si mescolano a quelle dell'elettronica, creando un concept musicale singolare e capace di rinnovarsi costantemente. Con la nascita di M2O, una radio neonata che nel giro di pochissimo tempo diventa un punto di riferimento per gli appassionati del genere, le serate del Diabolika cambiano forma. La radio sposa il progetto e ogni sabato sera trasmette la diretta di party esclusivi. Qui prestano la propria voce i vocalist Henry Passe Lou Bellucci che concedono l'impronta di un racconto quasi “teatrale”. Il successo è tale che il modello, dopo aver fatto il giro d'Italia, viene immediatamente esportato in tutta Europa. Il sano bisogno di trasgressione incarnato dal Diabolika, però, coincide verso la fine degli anni Dieci del Duemila anche con la piaga sociale del consumo di droghe che dilaga sempre di più. Nell'ottica collettiva, le discoteche diventano il luogo simbolo della perdizione e dell'illegalità. Così, all'apice del successo, inizia man mano il declino del Diabolika e di tutte le altre realtà neonate che pian piano si stavano diffondendo sempre di più. Ma quando il 15 settembre del 2017 la notizia della morte di Lou Bellucci sconvolge il mondo della musica house, qualcosa cambia. E il 23 settembre prende vita uno dei più grandi tributi allo storico vocalist del Diabolika e a tutto ciò che questo locale ha rappresentato, rendendo necessaria un'indagine sociale e culturale su un'epoca di cui si conosce ancora troppo poco. Concorso d'eleganza Davide Bertellini di Passione Gourmet con il presidente di Vranken Pommery Paul-François Vranken insieme al nuovo amministratore delegato della filiale italiana Brieuc Kremer al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este.          Franco Micalizzi stracult Anteprima nazionale di successo al programma tv RAI2 "Stracult" per il singolo "BOH!" ed il Maestro Franco Micalizzi, che  questo frizzante e bizzarro pezzo estivo, cosi distante dalla Musica Pulp di cui è  Re indiscusso,  lo ha musicato arrangiato ed anche prodotto.  Con l'interpretazione di Maurizio Ferrini, presente con lui  in studio tutta la puntata - la penultima della stagione - ed il featuring di Orietta Berti negli incisi registrati, questo ironico pezzo estivo ha esordito alla grande ed è piaciuto al pubblico.  Da pochi giorni reperibile sulle principali piattaforme on line,  il nuovo brano  ha questo curioso titolo, “BOH!”, alludendo al fatto  che infinite volte nella nostra giornata noi usiamo questa parola per indicare una risposta vaga o un commento perplesso a situazioni disparate, e la maggior parte delle volte neanche abbiamo consapevolezza dell'uso cosi' frequente di questo termine.    “BOH!” è anche una gustosa satira sul mondo del web, che allude a tutte le numerose manipolazioni possibili che avvengono nella Rete . Maurizio Ferrini, quasi un novello TRUMP, vuole scalare i vertici del mondo politico, proponendo un gigantesco show per promuovere le sue ambizioni tra il virtuale ed il reale. E sono tante le trappole!   L' espressione “BOH!” , infine, mette tutto in dubbio, ma al contempo è anche divertente nella sonorità. Il  cameo vocale dal sapore popolare, rappresentato dall' “usignolo” Orietta Berti, rappresenta infine l'italianità ed il talento canoro del Bel Paese.  E adesso…dopo questo lancio stracultissimo...come andrà ? Micalizzi confida nella forza del pezzo, e sa già che darà  grandi soddisfazioni.    O no??  “BOH!”. Nella foto  il Maestro Franco Micalizzi ospite a Stracult   Sposi sotto le stelle a San Marino Angelo Garini, architetto autore dei più scenografici matrimoni in tutto il Mondo, sarà il prestigioso ospite d'onore di “Sposi sotto le Stelle”, appuntamento con i protagonisti del panorama wedding nazionale che andrà in scena il 5 giugno 2019 a San Marino, nel prezioso scrigno medievale della Piazza dominata dalla Statua della Libertà che le dà il nome, tra il Palazzo Pubblico, la Parva Domous, le Case Angeli e lo spettacolare belvedere sul Montefeltro. Daniela Corti, titolare di Madreperla Event ed organizzatrice del prestigioso “The Italian Wedding Stars” -  il riconoscimento che premia ogni anno le eccellenze del wedding - ha riunito alcune delle più autorevoli figure di questo mondo dorato e, in collaborazione con Federica Ferranti dell'importante brand di calzature di lusso Ninalilou, hanno immaginato uno scenario incantevole, splendidamente allestito grazie alle decorazioni floreali di Fior di Verbena, per festeggiare un evento irripetibile, che celebra il meraviglioso mondo del matrimonio. “Ho pensato a questo momento da condividere con il mondo del wedding in attesa della prossima edizione di “The Italian Wedding Stars” che si terrà a novembre” – afferma Daniela Corti annunciando ufficialmente l'apertura delle candidature per i prestigiosi premi, che si apriranno il prossimo 10 maggio, proponendo questa serata costellata di importanti appuntamenti, a partire dalle 18:30 quando Piazza della Libertà accoglierà i numerosi ospiti con un cocktail di benvenuto proposto da La Cantinetta dello Stradone, che precederà l'interessante presentazione del libro “Giù la Pancia” dell'autrice Francesca Beretta, preludio al prestigioso Gala Dinner in piazza, nel corso del quale verranno degustati i deliziosi vini toscani dell'azienda agricola Capannelle. Mentre il cielo si colorerà delle suggestive sfumature del tramonto, Erika Gottardi, direttore di Woman & Bride, introdurrà, sotto la sapiente regia audio e luci di Titan Sound, le sfilate di importanti realtà come Il Giardino della Sposa, Nonsolomoda, Tina e Mary Boutique, Klepto Gioielli e della Boutique Prime Foglie con un défilé dedicato ai più piccini. Queste prestigiose Maison porteranno in passerella le loro creazioni sulle note di Alcar Deejay che accompagneranno le deliziose modelle truccate e pettinate da Francy Sunebeauty, Cristina Club, Estetica Osé ed Essenza di Te. Genny Gennarelli e la sua band intratterranno gli ospiti con una seducente selezione musicale durante la cena, facendo da piacevole intermezzo tra le portate delle gustose prelibatezze proposte dallo chef Luigi Sartini del ristorante Righi, autentico tempio della cucina sulla piazza e mèta di ricercati gourmet.A seguire Angelo Garinipresenterà la nuova edizione del suo talent show "The Wedding School", dando la possibilità di candidarsi per la prossima edizione a diversi talenti che desiderino emergere nel mondo dell'organizzazione di matrimoni. Un'occasione unica per sedere a tavola accanto alle celebrità del wedding, trascorrendo con loro un'elegante serata, immortalata dai coinvolgenti scatti fotografici tutti al femminile di Melissa Fusari, Sophia Taroni e Claudia D'Acunzo e dalle riprese dei videomaker di Wedding Motion. Lo scenario unico di questo evento straordinario, promosso da RTV San Marino, Zankyou Weddings, The K Magazine, Woman & Bride, Passione Wedding & Event e, per i social, da QGroupe di Rimini. Tra gli sponsor che hanno condiviso il prestigio dell'evento anche GHSM Group che comprende il Grand Hotel San Marino, Titano Suites Hotel San Marino e il Ristorante La Terrazza. Altri prestigiosi partner l'Hotel Ristorante Cesare **** di San Marino, l'Hotel Dogana, il Grand Hotel Primavera Spa & Resort e il Podere Lesignano di San Marino, Bellini Ceramiche, Copy Graf, PinkIn Academy e We-Unit. Finale Regionale per Miss Mondo L'incantevole Tenuta La Tacita Country Weddings, elegante e prestigiosa location nel cuore della Sabina, ha ospitato, sabato 25 maggio, la Finale per la Regione Lazio di “Miss Mondo”, importante appuntamento con la bellezza femminile che ha visto sfilare nei maestosi saloni della Tenuta, ventisette giovanissime bellezze della nostra regione, al cospetto di una qualificata giuria tra i quali spiccavano i nomi di Roberto Carosi titolare dell'omonima Sartoria Maschile nel cuore di Roma, della brillante Wedding Planner e Wedding Designer Barbara Vissani, dell'organizzatrice di eventi Maria Rosaria Melia e della personal shopper Elisabeth De Antonio.   “È stato davvero piacevole per noi ospitare questo evento che ha acceso i riflettori sulla bellezza femminile – afferma Monica Indaco, l'elegante manager di questa impareggiabile struttura – elemento decisamente in armonia con il fascino di questo luogo incantevole in cui vogliamo trasmettere l'amore per l'ambiente e il gusto del bello che ritroviamo nell'equilibrata alternanza tra le eleganti costruzioni e le incantevoli meraviglie della natura. La Tenuta La Tacita, di proprietà del dr. Giorgio Mece, è infatti un'armoniosa composizione di più location immerse in un paesaggio superbo di 130 ettari in cui si alternano lo chalet delle rose, la piscina scenografica, il vigneto, la tartufaia, gli uliveti secolari, le sequoie importate dal Nord America, migliaia di piante di lavanda e, soprattutto, Vacunae Rosae, uno dei roseti più importanti al mondo che ha addirittura destato l'attenzione della Famiglia Reale Inglese. Una ricchezza di ambientazioni in cui accogliamo ogni tipo di ricevimento, con una combinazione praticamente infinita tra i diversi ambienti e la nostra straordinaria offerta enogastronomica stellata, che si avvale della prestigiosa cucina del Maestro Antonio Sciullo, già insignito di 2* Michelin. In alternativa la Tenuta offre anche la possibilità di accogliere catering esterni, consentendo, al tempo stesso, di avvalersi di tutti i servizi offerti dalla Struttura”. Le ventisette concorrenti hanno sfilato indossando i costumi e gli accessori di Fantasie in piazza di Rosa Parmentola mentre le dieci semifinaliste Nazionali hanno calcato la passerella indossando le creazioni di Erasmo Fiorentino Couture. Ospiti della manifestazione Simone Sartini, cantautore e frontman della band “Il sinfonico e l'improbabile orchestra” e Arianna Silveri, in arte Olivia, cantautrice pop. La serata, organizzata dallo stilista di Miss Mondo Lazio, Erasmo Fiorentino e dal coreografo Maurizio Serafini, ha visto Diana Giometti fregiarsi del titolo diMiss Mondo Lazio 2019 e della splendida corona realizzata da Federica Galletti per la Gioielleria Boccacci. La vincitrice proseguirà il percorso verso la finale mondiale insieme a Lorenza Di Cesare, Elena Verrastro, la Miss del web Camilla Cerrone, Beatrice Nardi, Eleonora Rondina, Elisa Patrizi, Francesca Antinori, Valentina Falchi e Gaia Di Giovanni, a completare le dieci bellezze indicate dalla giuria per rappresentare questo territorio che si può fregiare della presenza di tante meraviglie incastonate nella natura più pura come Tenuta La Tacita, capace di far sognare ad occhi aperti, con le sue incantevoli bellezze. Sponsor nazionali Miss Mondo: Vitality's, Gil Cagne' Art Director Pablo, Birra Agricola, Gruppo Caroli Hotels, #NonCiFermaNessuno di Luca Abete. Sponsor regionali Miss Mondo Lazio: Gioielleria Boccaci, Mondo Sabina Immobiliare, Il Molino di Vittorio, IrisFlowershop e Mobil Casa f.lli Losacco   Ph. Luca Storelli  Con le mani in pasta   Influencer e pubblico hanno affollato l'evento da Mani in Pasta nella sede in viale Monza 258 a Milano, ideato dai creativi Andrea Villani e Redi Shijaku, dove è stato presentato il nuovo impasto doppia lievitazione in stile classico Napoletano, che conferisce a questo impasto un cornicione ben alveolato e poco consistente, un tocco segreto che aggiunge la giusta croccantezza.   Ma non finisce qui; dal nuovo menu sono stati presentati anche due primi, pasta fresca trafilata al bronzo in due varianti, pomodorini freschi saltati in padella e una classica carbonara. La tipologia della pasta cambia ogni giorno e si può scegliere tra mafalde, tortiglioni, maccheroni, solo per fare qualche esempio. Ai giornalisti e agli influencer sono stati mostrati i passaggi per realizzare la nuova creazione di Mani in Pasta. Erano anche presenti uno degli esperti della Linea Petra Molino Quaglia, farina ufficiale utilizzata da Mani in Pasta e i responsabili di Birrificio Milano, che per Mani in Pasta ha creato ad hoc la Mezza S, una bionda rinfrescante e beverina, che plana libera fra piacevoli accenni agrumati. Petra, come è stato spiegato,  è la farina del Molino Quaglia, macinata a pietra da agricoltura sostenibile naturale adatta per pane, pizza, pasticceria e pasta. Una famiglia di mugnai da 4 generazioni che ha investito su grani nobili. La farina Pietra 3 è macinata a pietra con grano 100% italiano. Mani in Pasta ha creato con questa farina un nuovo impasto ricco, più profumato, con una idratazione maggiore. L'impasto viene preparato e lasciato a riposare prima 10 ore e poi viene spezzato e diviso in porzioni che rimarranno in frigorifero dalle 24 alle 26 ore. Questa lunga lievitazione renderà la pizza ad alta digeribilità. I segreti di questo impasto super leggero un “gioco” di temperature  a materie prime di alta qualità.  Tra le pizze gourmet, non mancano quella con pesto di pistacchio di Bronte, mortadella, fiordilatte dell'Agro Pontino, pomodorino confit e basilico fresco; quella con fiori di zucca, fiordilatte e ricotta dell'Agro Pontino, bacon rosolato, cristalli di pomodori secchi e olio extravergine bio; e quella con acciughe del Cantabrico, crema di radicchio e nodini di bufala filati a mano.     In pista con Gianluca Vacchi Il 31 Maggio Gianluca Vacchi  è pronto a far scatenare, al Just Cavalli di Viale Camoens/Torre Branca il suo pubblico, al grido di “Enjoy”, il suo motto da sempre; Vacchi farà ascoltare e ballare una selezione musicale curata proprio da lui, ormai una star del mixer, reduce da serate in giro per il mondo. Aprirà la serata il DJ Nicola Zucchi. Al  Just Cavalli, in occasione della cena, è possibile scegliere dal menu i piatti Primavera Estate 2019. Per iniziare il signature cocktail  ART FASHION con Ginarte, poi il crostino caldo con tartare di tonno e caviale, o la tartare di chianina e tartufo,  Signature  Roberto   Cavalli -gamberi fritti, guacamole, tartare di ricciola, polpo, cipolla caramellata e burrata, Tuna Sushi,  uovo  pochè, carne australiana, paccheri con King Crab e tonno, tra bollicine e vino rosso Le Redini di tenuta degli Dei. Punto di riferimento per la città e per gli eventi internazionali, è contraddistinto da armonie di vetro e metallo, giardino fiabesco, esclusivo dehor estivo e atmosfere glamour. E' il ritrovo per eccellenza del mondo della moda, dello sport e dello spettacolo e mantiene l'impronta tipica del famoso stilista, a partire dai cuscini animalier, ma in un sapiente mix con gli arredi black e le pareti cristallo.E' situato alla base della Torre Branca, progettata da Gio' Ponti e il grande giardino a ridosso del Parco Sempione si trasforma, durante l'estate, in una grande ed elegante discoteca all'aperto. Genio in 21 giorni Il MIUR ha introdotto per quest'anno scolastico alcune significative modifiche1 alla Maturità, e pubblicato successivamente delle simulazioni per fornire agli studenti un'idea precisa di come si svolgeranno a giugno le prove. Il nuovo esame, dunque, si presenta in parte come un'incognita per i ragazzi, che a breve si troveranno ad affrontare, in alcuni casi con un certo grado di stress, un momento cruciale della loro vita. Per aiutare i maturandi a sostenere le prove d'esame senza con serenità, Genio in 21 Giorni, gruppo multinazionale nato in Italia specializzato in tecniche di apprendimento efficace, ha sviluppato la App “GenioBot”, presentata nella splendida location della Katara Royal Suite del Grand Hotel Gallia di Milano, vincitrice del Premio Oscar delle suite- e ha elaborato anche 6 suggerimenti pratici dedicati proprio a questa prova, immediatamente utilizzabili dai ragazzi, che, come spiega Massimo De Donno, CEO di Genio in 21 Giorni, “andrebbero seguiti come se si dovesse affrontare una situazione di emergenza”. “La situazione di emergenza rappresentata per lo studente dalla maturità– ha dichiarato De Donno, che ha accolto gli ospiti deliziati da un catering a passaggio super raffinato con una cura dei dettagli eccezionale, dalla scelta dei finger food, alla gentilezza del personale –  ha una durata limitata nel tempo, e il corpo è programmato per accedere a tutte le risorse per gestire al meglio la situazione. Ai ragazzi, consiglio di approfittare del mese scarso che hanno ancora a disposizione per acquisire tutte le informazioni che serviranno loro per arrivare più preparati possibile alla prova: cercare in rete delle simulazioni delle prove ed esercitarsi, è un buon modo per non farsi cogliere impreparati”. LA APP GENIOBOT  è scaricabile gratuitamente all'indirizzo internet www.-genioin21giorni.it/geniobot, GenioBot è una Applicazione che, ispirata ai modelli utilizzati dal sistema di studio Genio in 21 Giorni, richiede alcune informazioni su caratteristiche peculiari e interessi specifici dell'utente, per poi generare consigli personalizzati di studio rivolti agli studenti, calibrati sulle loro caratteristiche, interessi e stile cognitivo. “È come avere un assistente personale sempre disponibile – hanno spiegato gli sviluppatori di Genio in 21 Giorni. Nel creare questa App ci siamo basati sulla nostra esperienza di realtà che da anni opera proprio nel settore dell'apprendimento strategico, e che è riuscita ad aiutare migliaia di studenti in 5 nazioni del mondo a sviluppare un metodo di studio personalizzato, ossia calibrato sulle specificità e sullo stile cognitivo del singolo individuo. Con GenioBot abbiamo traslato la nostra esperienza su intelligenza artificiale, rendendola accessibile a un numero potenzialmente enorme di persone che da oggi potranno comprendere in che modo ottimizzare le proprie risorse intellettuali, e – ci auguriamo – reinnamorarsi dello studio”.   Eyepetazer in festa Musica dal vivo con sassofonisti da urlo, folla da grandi occagioni e bollicine a fiumi per l'inaugurazione milanese del brand di occhiali Eyepetizer in Via Malpigli. Tra i presenti Ivana Icardi, Annamaria Bernardini De Pace, Cristiano Malgioglio e Daniela Iavarone, tutti nella foto. Inoltre c'erano le bellissime Chiara e Francesca Giordano, figlie di Annamaria Bernardini De Pace.  Un matrimonio da sogno Doppia festa per il matrimonio di Francesco Iavarone, figlio di Mario e Daniela Iavarone, anima dell'Associazione Amici della Lirica e madrina dei City Angels, e la bellissima americana Kristen Laffler. Prima, uno wedding cocktail a Milano allo Chateau Monfort con uno scenografico allestimento creato, torta nuziale compresa, da Enzo Miccio. Un tripudio di bollicine hanno accompagnato l'eccelsa cucina dell'hotel. Poi il vero matrimonio sulle colline del Chianti, vicino Firenze. Damigella d'onore Martina Marrapodi, nipote dello sposo,  con uno scenografico abito di Mariella Gennarino.A Castello Vicchiomaggio é stata organizzata una sontuosa cena alla quale sono seguiti balli sino a tarda notte. Cinquanta persone direttamente dagli States per festeggiare gli sposi che sono poi partiti in viaggio di nozze, destinazione Caraibi.       Fanfare in concerto Al Teatro Dal Verme di Milano, la IV edizione di Fanfare in Concerto – Musica per i Bambini, serata di beneficenza voluta dalla Prefettura di Milano  per il progetto “Gold for Kids” realizzato da Fondazione Umberto Veronesi, presentata da Juliana Moreira. Sul palco si sono esibiti  voce e volto storico del jazz club Blue Note e Radio Monte Carlo Nick The Nightfly, amatissimo artista ormai immancabile sul palco di Fanfare in Concerto, la cantante lirica di fama internazionale Madelyn Renée, la cantante jazz Joyce Elaine Yuille, che ha entusiasmato il pubblico, tra le tante, cantando un Halleluja di Leonard Cohen da brivido, e il violinista Matteo Fedeli.A pplausi per l'esibizione della Madrina della Serata, Arisa accompagnata dal pianista Giuseppe Barbera. A fine serata, è stato consegnato dal Prefetto Renato Saccone e dal Generale di Divisione Aerea Silvano Frigerio a  Susy Veronesi e Paolo Veronesi, Presidente di Fondazione Umberto Veronesi, un assegno simbolico del ricavato della serata dell'importo di 37.000,00 euro. Sul palco anche il Sindaco di Milano Giuseppe Sala.Nella foto Arisa.           Enzo Miccio, composizioni floreali Composizione floreali dalle nuance rosa e bianche firmate Enzo Miccio per un matrimonio italo-americano. Francesco Javarone, figlio della presidente degli amici della Lirica, Daniela Javarone e kristen Laffler hanno scelto lo Chateau Monfort per festeggiare con gli amici milanesi e americani. Il wedding planner Enzo Miccio ha appena realizzato un altro matrimonio quello tra l'attrice Eva Grimaldi con Emma Battaglia. Ad accogliere gli ospiti i City Angels, associazione di cui Daniela Javarone è la madrina. In sottofondo musica dal vivo con la voce di Annalisa Cantando e la chitarra di Gigi Marrese. Un emoziante taglio di una torta scenografica con le inziali degli sposi con brindisi di vini trevigiani di Luca Girardi.Bomboniere firmate Pinuccia Cotone. Tra i presenti il Console Generale degli Emirati arabi a Milano, Abdalla Al Shamsi, Mario Boselli già presidente della Camera della moda, Rosario Alessandrello, Samuele Cattegno con Manuela Marturano, Pierfrancesco Faletti con Elena Sirtori, Arturo Artom con la moglie Alessandra Repini, Giovanni Bozzetti con Ludmilla, Marinella Vedani di Cahteau Monfort, la stilista Angela Formaggia, Silvana Giacobini, Raffaello Tonon, Silvana Fiolini, Ivan Rota con Grazia Lameri, Francesco Butteri, Evelina Flachi.

Dai blog