Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maria Giovanna Maglie smaschera Repubblica: "I dati sulla Segre e l'antisemitismo? Una bufala"

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Repubblica ha preso la palla al balzo. Dopo gli insulti indirizzati alla senatrice Liliana Segre, il quotidiano di Carlo Verdelli ha gonfiato i dati sull'antisemitismo. Parola di Maria Giovanna Maglie che, sul suo profilo Twitter, denuncia quanto accaduto: "I consiglieri di Bergoglio sempre sul pezzo. Si scopre che i dati sull'antisemitismo di Repubblica erano una bufala, 200 l'anno non 200 al giorno, ma loro fanno finta di niente. Due parole su Israele sotto attacco? Quelli che ci vivono sono ebrei". Leggi anche: Maria Giovanna Maglie: "Lo dite voi alla Segre che Rubio insulta gli ebrei e va in Rai?" Proprio così, Repubblica ha completamente cannato la notizia anticipando i dati dell'Osservatorio Romano e riferendo che la Segre riceveva 200 insulti al giorno. Sbagliato. Lo stesso giornale del Vaticano qualche giorno dopo pubblica la verità: gli episodi sono in totale 197 all'anno, non 200 al giorno. Non solo, perché i dati in questione si riferiscono al 2018 e non al 2019. Un semplice scivolone o un'occasione per far politica? I consiglieri di #Bergoglio sempre sul pezzo. Si scopre che i dati sull'antisemitismo di @repubblica erano una bufala, 200 l'anno non 200 al giorno, ma loro fanno finta di niente Due parole sui Israele sotto attacco? Quelli che ci vivono sono ebrei pic.twitter.com/N04GPkT225— Mariagiovanna Maglie (@mgmaglie) November 13, 2019

Dai blog