Cerca

Parla l'ex ministro dell'Interno

Marco Minniti attacca Matteo Salvini: "La sua è una crisi di nervi per il Russiagate"

17 Agosto 2019

0
Marco Minniti attacca Matteo Salvini: "La sua è una crisi di nervi per il Russiagate"

"Il gesto di forza compiuto da Matteo Salvini è stato un gesto di preoccupazione, di paura, di una persona in una autentica crisi di nervi". Marco Minniti, in una intervista a Il Fatto quotidiano, attacca il ministro dell'Interno: "Paura di cosa? Penso che le vicende relative al Russiagate gli abbiano fatto perdere sicurezza". Altrimenti, aggiunge, "un ministro, che è anche l'Autorità nazionale di pubblica sicurezza, sarebbe venuto a rendere conto del proprio operato in Parlamento".

Invece, continua l'ex capo del Viminale, "non solo Salvini non è venuto in aula, ma pochi giorni dopo ha chiesto lo scioglimento dell'aula. Una cosa senza precedenti nella storia, seppure complessa, del nostro Paese. Salvini ha incominciato a capire che non è invincibile, che non sarà una passeggiata".

Minniti parla poi di una eventuale intesa tra il suo partito, il Pd, e il Movimento 5 stelle, dopo il fallimento dell'alleanza tra la Lega e i frillini: "Se Sergio Mattarella dovesse valutare che ci sono le condizioni per un accordo di fine legislatura ampio, solido, costruito su basi totalmente nuove rispetto al Contratto di governo di cui si è appena dichiarato il fallimento, è evidente che il Pd dovrà valutare con attenzione queste proposte". Ma deve essere chiaro, conclude l'ex ministro dell'Interno, "che si parte dalla prima regola, far consumare la crisi".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Juventus, arrestati dodici capi ultrà bianconeri. Le immagini della polizia
Giuseppe Conte ai 42 sottosegretari: "Serve dialogo con tutte le forze politiche per attuare il programma"
Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti

media