Cerca

Figurine

Elisabetta Trenta sottosegretario agli Interni, una provocazione a Matteo Salvini?

11 Settembre 2019

14
Elisabetta Trenta

Incassata la fiducia di Camera e Senato, nel governo Conte-bis si apre una seconda caccia alla poltrona. In ballo i ruoli di viceministro e sottosegretario in primis. Il primo vertice si terrà oggi, mercoledì 11 settembre. Uno dei punti più delicati quello relativo alla delega ai servizi segreti, una casella sulla quale Giuseppe Conte non ha intenzione alcuna di negoziare: si parla di ulteriori tensioni tra il premier e Luigi Di Maio, il quale vorrebbe Fraccaro, anche se Conte non vuole sentire ragioni.

Ma vi sono altre partite. Tra le quali quella per il ruolo di sottosegretario all'Interno, il dicastero che fu di Matteo Salvini e ora occupato dell'ex prefetto di Milano, Stefania Lamorgese. Bene, secondo Repubblica in lizza per il ruolo ci sarebbe un nome a sorpresa, definita dal quotidiano "una ipotesi creativa", un nome che assomiglia a uno sberleffo, a uno sfregio ulteriore a Salvini: quello di Elisabetta Trenta, ex ministro della Difesa grillino e contestatissima dalla Lega intera e dal suo leader.

Più che una nomina, sarebbe una provocazione. Ma tant'è. Dopo la presentazione della squadra dei ministri, da cui era rimasta tagliata fuori - si aspettava una riconferma alla Difesa - la Trenta si era sfogata con una grottesca intervista al Messaggero. Nel colloquio manifestava tutto il suo disappunto per la mancata conferma e lo argomentava spiegando che "io sono una di quelle che ha fatto più opposizione a Salvini". Già, come se remare contro al leghista con cui era al governo fosse una nota di merito. Ma evidentemente la lamentela qualche effetto potrebbe averlo avuto, se davvero la Trenta planerà agli Interni.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • levantino

    11 Settembre 2019 - 16:04

    Se ne scappi di soppiatto, Perché il M5S ed il PD non possono coesistere. A meno chè il PD,dopo Grillo e quel che ha detto Di Maio,sono sciocchezzuole. E poi dicono che non difendono la poltrona. Gli uni e gli altri. Poi Conte che non è stato eletto da nessuno. Ma andate quel paese. Vorrei sapere da i 5S,è questa l'onestà che predicate?

    Report

    Rispondi

  • Pasquale Doriano

    11 Settembre 2019 - 14:02

    anche lei ricompensata vero...

    Report

    Rispondi

  • vito58

    11 Settembre 2019 - 13:01

    È possibile che nessuno capisca che questo nuovo governo sarebbe dovuto essere il primo della legislatura? I due partiti più votati erano M5S e PD e a loro toccava il compito. Non trovando la giusta quadra si è installato il governo M5S e Lega (ma quello non era un inciucio e una caccia alle poltrone?). E poi è inammissibile che un ministro evochi a se pieni poteri con nuove elezioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

"Non è normale che sia normale”, la campagna di sensibilizzazione della Carfagna è già diventata una canzone

Donald Tusk: "La Lega nel Ppe? Ho molta immaginazione ma ci sono dei limiti"
Mes, Matteo Salvini smaschera il patto: "Salvare le banche, sì. Quelle tedesche e francesi"
Giuseppe Conte e il "sovranismo da operetta". Cosa diceva qualche mese fa

media