Cerca

Spallata decisiva?

Matteo Salvini, la "sorpresina" in piazza sabato prossimo: il primo bombardamento contro Di Maio

14 Ottobre 2019

3
Matteo Salvini, la "sorpresina" in piazza sabato prossimo: il primo bombardamento contro Di Maio

L'inizio ufficiale del bombardamento politico contro Luigi Di Maio. Il "discorso del predellino" di Matteo Salvini, sabato prossimo da piazza San Giovanni, sarà il primo passo nella campagna per cacciare Virginia Raggi dal Campidoglio. E attaccare la sindaca M5s di Roma significa minare alle fondamenta il castello di carta che è, oggi, il potere di Di Maio nel Movimento e mettere "sotto stress" anche la tenuta elettorale dell'alleanza tra 5 Stelle e il Pd



Il Capitano farà le cose in grande e dopo aver trascinato in piazza il popolo del centrodestra (si sognano le 100mila presenze) conta di piazzare in bella mostra "decine di banchetti per la raccolta di firme con le quali i romani presenti chiederanno le dimissioni del sindaco", sottolinea Repubblica. Lo slogan è chiaro: "Raggi chiedi scusa ai romani e vai a casa".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ohmohm

    ohmohm

    14 Ottobre 2019 - 14:02

    Matteo ...siamo con te !

    Report

    Rispondi

  • angryant5

    14 Ottobre 2019 - 13:01

    invece di epnsare a raggi raccogliesse firme per buttare giu' questa vergogna di governo che lui ha "partorito" e difendesse il nostro voto per la miseria !!!!! se fosse successo al pd ci sarebbe stata la rivolta di tutte le piazze e' insopportabile e inaccettabile che il primo partito resta fuori dal governo salvini deve smettere di sollazzarsi con i " bagni di folla" e agire

    Report

    Rispondi

  • Marcer

    14 Ottobre 2019 - 12:12

    Forza Matteo non mollare.

    Report

    Rispondi

Open Arms, il video propaganda dopo l'indagine contro Matteo Salvini

Giuseppe Conte
Venezia, ecco come sarà il Mose una volta completato: immagini sorprendenti
Salvini ironizza su Zingaretti: "Dopo la riproposta dello Ius soli si è preso i 'vaffa' pure dagli alleati"

media