Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pensioni, Quota 100: ecco come pensa di intervenire il governo. Matteo Renzi: "Via subito la riforma"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Via quota 100 e nessun mini-aumento di tasse. Matteo Renzi, leader di Italia Viva, interviene sulla manovra di bilancio e si dice soddisfatto per la decisione di non alzare l'Iva: "Gran passo in avanti, davvero: tutt'altro che scontato fino a qualche giorno fa". E attacca: "Prima che aumentare le tasse sul gasolio o sullo zucchero, tagliamo i costi", "prendiamo i soldi dai tagli, non dalle tasse. Ad aumentare le tasse sono capaci tutti". Quota 100, secondo l'ex premier, si deve anche abolire perché pensata "solo per chi ha già diritti. Togliere quella misura per destinare i soldi alle famiglie e allo stipendio dei lavoratori sarebbe giusto. E molto utile. Via quota 100, più risorse ai figli e ai salari". Leggi anche: Il Pd farà cassa sui telefonini: tassa sulle sim, chi e quanto verrà stangato in manovra Quota 100 è il sistema che consente di andare in pensione a chi ha 38 anni di contributi e almeno 62 di età. Renzi ha sempre sostenuto che fosse meglio tagliare i fondi per l'uscita previdenziale anticipata piuttosto che aumentare le tasse. Una posizione che sembra convincere anche il Movimento 5 Stelle. La soluzione, secondo quanto anticipato dal Corriere della Sera, potrebbe essere un compromesso: un taglio parziale dei fondi riservati a Quota 100 per evitare così l'aumento della pressione fiscale. Per risparmiare (si parla di 600 milioni di euro) si pensa quindi a "finestre" di uscita limitate, spostate in avanti nel tempo. A rimetterci, insomma, sono sempre i pensionati.

Dai blog