Cerca

confronto

Ilva, Maurizio Molinari a Coffee Break: "La sfida tra governo e ArcelorMittal, roba da far tremare i polsi"

7 Novembre 2019

3
Ilva, Maurizio Molinari a Coffee Break: "La sfida tra governo e ArcelorMittal, roba da far tremare i polsi"

Ospite a Coffee Break su La7, Maurizio Molinari interviene sulla vicenda dell'Ilva di Taranto: "Quello del governo è un confronto delicato con una grande azienda internazionale che essenzialmente fa i propri interessi, la richiesta è feroce e spietata nei numeri: 5 mila persone se ne devono andare. E' la logica di una impresa internzionale". Il problema è che "la responsabilità del governo è proteggere i lavoratori, le famiglie e l'economia di Taranto, ma sono due esigenze diametralmente opposte". "E una sfida da far tremare i polsi. Il governo deve sviluppare un piano economico per le famiglie e in qualche modo dovrà andare incontro anche alle esigenze dell'azienda".

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • partaco

    07 Novembre 2019 - 17:27

    sta fabbrica andava chiusa da molti anni,e ci sarebbe stata meno gente sotto terra.......

    Report

    Rispondi

  • dotbenito

    07 Novembre 2019 - 15:29

    Se i magistruncoli in cerca di visibilità hanno già obbligato l'azienda a spegnere un forno ora stanno valutando se farne spegnere un'altro non penso che un'industriale che investe denaro possa tenere il doppio del personale richiesto mica siamo in parlamento che ci sono il triplo delle persone che servono

    Report

    Rispondi

  • LePendu

    07 Novembre 2019 - 11:49

    L'unica cosa di cui avremmo bisogno sarebbe un governo di gente che sapesse cos'è un'azienda, cos'è il lavoro, cos'è uno stato. Per Conte, Zingaretti, Di Maio e compagnia bella (si fa per dire, eh..) questi sono argomenti sconosciuti.

    Report

    Rispondi

Santori, dopo il bimbo autistico altro disastro: "Alle sardine non interesse chi vince, ma..." 

Matteo Salvini, droga in Parlamento: "Gli ho guardato gli occhi, secondo me...". Ovazione in piazza
Vela Verde di Scampia, iniziato l'abbattimento: Napoli dice addio al simbolo di Gomorra
Matteo Renzi assente in aula, non vota la fiducia al governo sul decreto intercettazioni

media