Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sondaggio di Noto, le sardine ammazzano Pd e M5s: i numeri della fine del governo giallo-rosso

Esplora:

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Antonio Noto fa cambiare idea a chi pensava le Sardine potessero aiutare il Pd nei consensi. Il sondaggio pubblicato sul Giorno parla chiaro: l'ipotetico partito ittico è quotato nelle intenzioni di voto al 12 per cento e, anche se facesse parte della coalizione che appoggia il Governo, la loro presenza sarebbe ininfluente per determinare la sconfitta dello schieramento del centrodestra. Anzi, i dem soffrirebbe in misura maggiore l'ingresso nel mercato elettorale delle Sardine, anche se fossero loro alleati. Il partito di Zingaretti perderebbe infatti 5 punti rispetto al risultato elettorale che oggi potrebbe conquistare senza la partecipazione del movimento, passando dal 18 a un punitivo 13 per cento. Ma non finisce qui, perché anche i pentastellati subirebbe un crollo valutabile in 4 punti, il che lo farebbe arretrare dal 17 al 13 per cento.  Leggi anche: Sardine. Lerner e la ridicola difesa: "Molti di loro non sanno chi votare? È questo il bello" Non va tanto meglio con l'appoggio dei manifestanti guidati da Mattia Santori. Tale schieramento, pur aumentando dal 41 al 43 per cento rimarrebbe ugualmente dietro la coalizione del centrodestra che, con o senza il nuovo partito, vanta il 50,2 per cento. Qualsiasi sia la posizione dei pesciolini, Pd e M5s sono finiti. 

Dai blog