Cerca

Ingabbiati

Gregoretti, Pietro Senaldi a Tagadà: "La sinistra usa la magistratura per liberarsi di chi la batte"

13 Febbraio 2020

1
Pietro Senaldi

Pietro Senaldi a Tagadà spiega la prima pagina di Libero che, all'indomani dell'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini per il caso Gregoretti, titola "Sogno dei manettari: Salvini in galera. Se non puoi batterlo, ingabbialo". Il direttore evidenzia che il leader della Lega "ha agito mentre era ministro e il governo lo ha sostenuto. Questo è stato il discorso anche di Casini, che è stato eletto nelle liste del Pd. Il governo si è dissociato in maniera postuma". Poi Senaldi svela la tattica del Pd in questo caso, ma della sinistra in generale: "Una parte della politica ha delegato da tempo alla magistratura il compito di liberarsi dei leader politici che battono la sinistra. Questo è accaduto un Berlusconi e sta accadendo adesso con Salvini. La sinistra - chiosa Senaldi - usa la magistratura per recuperare potere che gli elettori non le riconoscono. Il Pd negli ultimi nove anni è stato per otto al governo senza aver mai vinto le elezioni".

Per approfondire leggi anche: Lo sfogo di Casini sulla Gregoretti

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Esiliat0

    13 Febbraio 2020 - 17:11

    Il ministro della giustizia Barr sta facendo crollare molte delle colonne che sostengono la congiura tra politici/forze dell'ordine e magistratura negli USA, il caso contro Roger Stone ha veramente fatto reagire l'opinione pubblica USA che ha scoperto tutte le trame tra alto management della FBI, il gruppo di truffaldini criminali capeggiato dalla Hillary Clinton ed i procuratori e giudici.

    Report

    Rispondi

"Se ne deve andare". La meloniana in aula con mascherina, insultata  "Vengo da Milano, e..." 

Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano
Coronavirus, Beppe Sala: "Rispettate le regole e niente corse ai supermercati per accaparrarsi cibo"
Coronavirus, Franco Bechis contro Giuseppe Conte & Co: "Cosa diceva il premier, chi sono i veri sciacalli"

media