Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maria Giovanna Maglie contro Gualtieri: "La Lagarde ci prende a schiaffi e lui ringrazia, ministro inutile"

  • a
  • a
  • a

Quanto accaduto ieri, giovedì 12 marzo, è già storia. Le parole criminali di Christine Lagarde, nuovo presidente della Bce, il crollo drammatico di Piazza Affari, in calo di quasi il 17%, peggior seduta nella storia della piazza affaristica milanese. La Lagarde, per inciso, aveva di fatto escluso interventi pro-Italia a contenimento dello spread, nonostante il coronavirus. Roba sconcertante. Roba che ha spinto addirittura Sergio Mattarella a spendersi in un appello: l'Europa deve essere un'alleata. Roba che, ovviamente, ha spinto la Lagarde a una parziale retromarcia, ma ormai era troppo tardi. Eppure c'è anche chi plaude, alla Lagarde. Chi? Il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, che in una nota ha definito "opportuna la precisazione della Lagarde, la Bce è presidio dell'Eurozona". E ancora, ha aggiunto: "Sono certo che, come ha detto la presidente Lagarde, a tal fine la Bce utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione". Parole spiazzanti. E quello spiazzamento viene riassunto da Maria Giovanna Maglie, in un tweet feroce: "La Lagarde ci ha preso a schiaffoni, facendo crollare la Borsa, lui la ringrazia", premette. "Di che cosa, di grazia, gentile inutile ministro dell'Economia?", conclude la Maglie.

Dai blog