Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi, "esiste una corsa ai responsabili": indiscreto-Mentana, Salvini può mandare a casa premier Conte?

  • a
  • a
  • a

Giuseppe Conte ha fatto sapere che si presenterà in Aula alla Camera lunedì 18 gennaio per chiedere il voto di fiducia. Contestualmente la Lega ha iniziato a spingere affinché il premier si faccia vedere anche in Senato, dove potrebbe servirgli il colpo di grazia. In che modo lo ha spiegato bene Enrico Mentana durante lo speciale del Tg di La7 sulla crisi di governo: “Il centrodestra che chiede che lunedì ci sia anche il voto al Senato vuol dire che esiste una corsa a ottenere o a non far ottenere il reclutamento di sufficienti responsabili che sostituiscano i parlamentari di Italia Viva”. Poche ore dopo l’incontro al Quirinale con il presidente Sergio Mattarella, il premier ha deciso di andare alla conta in Aula: in pratica si gioca il tutto per tutto pur di non dimettersi. “Questo è importante - ha sottolineato Mentana - perché se ottiene la fiducia allora c’è un governo in pieno esercizio e che probabilmente arriva a fine legislatura. Altrimenti c’è il crollo, il governo si dimette e Conte molto difficilmente potrebbe riavere un mandato dopo una sconfitta in Parlamento. Un conto è votare sulle dichiarazioni, un altro è il premier che chiede la fiducia su un esecutivo”, ha chiosato il direttore del Tg di La7, che in precedenza aveva dato conto di indiscrezioni su alcuni senatori M5s che sarebbero pronti a passare con la Lega. 

Dai blog