Cerca

BARCELLONA. EASD 2019/1

due premi dell’EASD/EFSD
a giovani ricercatori italiani

Assegnati a due giovani ricercatori italiani, Caterina Conte di Milano e Domenico Tricò di Pisa, due prestigiosi premi al congresso europeo di diabetologia (EASD) in corso a Barcellona dal 16 al 20 settembre

17 Settembre 2019

0
due premi dell’EASD/EFSDa giovani ricercatori italiani

Caterina Conte dell’Università ‘Vita-Salute San Raffaele di Milano è tra i quattro vincitori dell’EFSD Future Leaders Mentorship Programme for Clinical Diabetologists. Il premio, che ha una durata di tre anni, mira a coltivare la futura generazione di leader nella ricerca diabetologica, affiancando questi ragazzi a mentori di riconosciuta fama e aprendo loro le porte delle più prestigiose istituzioni di ricerca internazionali. Il premio è sostenuto da un grant non condizionato di Astra Zeneca. E’ un premio che guarda al futuro, che anzi mira a costruire il futuro della ricerca in diabetologia, individuando i futuri leader e dando loro la possibilità di crescere, acquisendo maggiori competenze nelle tre aree cardine della diabetologia clinica, della ricerca e della comunicazione. Un premio che apre per questi ragazzi la strada verso le principali istituzioni europee, affidati ad un importante mentore che supervisionerà un loro progetto di ricerca e costruirà su misura per loro un programma educativo che consentirà a questi leader in erba di rifinire le loro expertise cliniche e di ricerca, di migliorare la capacità di presentare i loro progetti di ricerca illustrandoli ad una platea congressuale o scrivendo un articolo per una rivista scientifica. Ai premiati viene offerta la possibilità di prendere parte ai principali congressi internazionali di diabetologia (EASD e ADA), nell’ambito dei quali potranno presentare i risultati delle loro ricerche. I premiati di quest’anno sono:

. Caterina Conte, Università Vita-Salute San Raffaele - Milan, Italy
Mentore: Michael Roden, DDZ Düsseldorf - Germany

. Konstantinos Toulis, AHEPA University Hospital - Thessaloniki, Greece
Mentore: Michael Nauck, Ruhr University of Bochum – Germany

. Mohammad Alhadj Ali, Cardiff University - UK
Mentore: Chantal Mathieu, University of Leuven - Belgium

. Claudia Cavelti-Weder, University Hospital Basel - Switzerland
Mentore:Marjo-RiittaJarvelin, Imperial College London - UK

L’Italia torna a salire sul podio dei premiati anche per il Rising Star Symposium & EFSD Research Fellowship dell’ EASD (European Association for the Study of Diabetes). A ricevere il prestigioso riconoscimento è Domenico Tricò, dell’Istituto di Scienze della vita, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Il premio è dedicato ai giovani astri nascenti della ricerca in diabetologia che svolgano la loro attività in Europa e mira ad incoraggiare la progettazione di ricerche innovative in questo campo. E’ sostenuto da un grant incondizionato di Novo Nordisk. I premi verranno assegnati in un speciale sessione del congresso dell’EASD a Barcellona il 17 settembre. Questi I premiati 2019:

. Domenico Tricò: Institute of Life Sciences, Sant'Anna School of Advanced Studies, Pisa - Italy
Post-prandial hypoglycaemia after RYGB in type 2 diabetes: impact on cognitive and cardiac function

. Shafqat Ahmad: Department of Medical Sciences, Uppsala University - Sweden
Molecular Signatures of Meat Intake and Risk of type 2 diabetes

. Irene Miguel-Escalada: Bioinformatics and Genomics, CRG Barcelona - Spain
Molecular dissection of a new genome regulatory programme that underlies beta cell formation

. Ivana Nikolic: CNIC, Madrid - Spain
T-cells and stress - novel regulators of obesity development.

“Anche quest’anno – commenta il professor Francesco Purrello, presidente della Società Italiana di Diabetologia (SID) – è con grande piacere che comunichiamo che giovani ricercatori italiani, soci della SID e cresciuti in ambienti accademici italiani prestigiosi e di grandi tradizione diabetologica, hanno vinto dei premi importanti banditi dall’EASD/EFSD. E’ un importante riconoscimento per loro, per i colleghi che hanno contribuito alla loro crescita scientifica, e per la SID che ha supportato con grant e premi il loro percorso scientifico”. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media