L'ultima verità

Gioconda, lo studio che cambia tutto: il paesaggio alle sue spalle non è toscano, ma...

La Gioconda, il più misterioso ed enigmatico quadro mai dipinto. E le scoperte sull'opera di Leonardo Da Vinci non finiscono mai. L'ultima è firmata da Luca Tomio, uno storico dell'arte che ha dedicato gran parte dei suoi studi alle opere di Da Vinci e alla Monna Lisa.

Il punto è che fino ad oggi si riteneva che i paesaggi che fanno da sfondo al ritratto della donna fossero toscani. Ulteriori approfondimenti, però, hanno smentito l'ipotesi. Dietro il ritratto della Gioconda ci sarebbero invece panorami montagnosi, fluviali e lacustri tipici delle Prealpi lombarde

"Grazie a riscontri topografici e geografici – spiega Luca Tomio – a destra, la Valle dell’Adda ripresa a volo d'uccello dalla Forra di Paderno fino alla confluenza nel Lago di Lecco, e a sinistra, le formazioni calcaree tipiche dei monti lecchesi, con in primo piano il Resegone e in evidenza il Pizzo d'Erna e il Canalone della Rovinata". A conferma della tesi, anche elementi emersi dall'analisi della copia del dipinto conservata al Pardo.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.