Cerca

Sostenibilita

Torna la Giornata nazionale "Sicuri con la Neve", il 20 gennaio in 43 località

Dodicesima edizione

In programma incontri sulle problematiche della frequentazione in sicurezza dell'ambiente montano e osservazioni dei percorsi scialpinistici ed escursionistici da parte di tecnici ed istruttori, con la diffusione di utili consigli e la raccolta di dati statistici

7 Gennaio 2013

0
Torna la Giornata nazionale "Sicuri con la Neve", il 20 gennaio in 43 località
In programma incontri sulle problematiche della frequentazione in sicurezza dell'ambiente montano e osservazioni dei percorsi scialpinistici ed escursionistici da parte di tecnici ed istruttori, con la diffusione di utili consigli e la raccolta di dati statistici

Roma, 7 gen. - (Adnkronos) - Vivere la montagna nel rispetto dell'ambiente e quindi in sicurezza. Con questo obiettivo, anche quest'anno il Club alpino italiano e il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico organizzano la dodicesima edizione di "Sicuri con la Neve", giornata nazionale di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale, il 20 gennaio in 43 località in tutta Italia con appuntamenti aperti a tutti gli appassionati, sciatori ed escursionisti dal Piemonte alla Sicilia, passando per Lombardia, Alto Adige, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Basilicata.

In programma incontri sulle problematiche della frequentazione in sicurezza dell'ambiente montano e osservazioni dei percorsi scialpinistici ed escursionistici da parte di tecnici ed istruttori, con la diffusione di utili consigli e la raccolta di dati statistici.

Saranno allestiti stand informativi e dimostrativi con la possibilità di ricevere informazioni ed assistere a dimostrazioni di ricerca ed autosoccorso in valanga. Infine saranno organizzati degli speciali campi neve, con la possibilità di partecipare a momenti dimostrativi e didattici.

"Per il Club Alpino Italiano vi è una necessità costante di curare la sicurezza in montagna, specialmente d'inverno, come purtroppo stanno dimostrando i fatti di cronaca di questi ultimi giorni", dichiara Umberto Martini, presidente generale del Cai.

"Le disgrazie purtroppo per loro natura hanno un certo grado di inevitabilità, ma dobbiamo fare in modo che abbiano una possibilità di verificarsi sempre minore. Per ottenere questo le nozioni di sicurezza devono essere patrimonio di tutti coloro che frequentano la montagna".

Parole condivise dal presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Piergiorgio Baldracco che da 12 anni organizza queste giornate, "che hanno la funzione di promuovere una fruizione consapevole della montagna innevata. Questo momento si svolge sempre a gennaio, ovvero in un periodo dove molti appassionati riprendono la pratica dello scialpinismo e le passeggiate con le ciaspole".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media