Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carlo Freccero, la pugnalata di Antonio Ricci: "Cosa fa davvero in Rai", demolito

Antonio Ricci

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

Antonio Ricci, in una intensa chiacchierata con il Corriere della Sera, liquida alla stregua di una provocazione la dichiarazione di Carlo Freccero, direttore di Rai 2, che vorrebbe il padre di Striscia la notizia alla Rai: "Freccero ne parla solo coi giornali, e poi a novembre se ne va, cosa gli vuoi dire? Io non ho l'esclusiva con Mediaset e sono pronto ad ascoltare proposte. Ma in Rai ci sono stati colloqui formali solo due volte: una con Angelo Guglielmi. Un'altra con Roberto Zaccaria. In entrambi i casi non c'è stato seguito". Leggi anche: Freccero spietato: chi fa fuori Ricci poi spiega quello che secondo lui è il vero obbiettivo del direttore Rai: "Freccero ora è a Rai 2, sta respirando un'aria troppo satura di Andrea Fabiano (ex direttore di Rai 2 e di Rai 1, ndr) e viene obnubilato. Fabiano, tanto per ricordarlo a tutti, è quel direttore di Rai 1 che difese a spada tratta Flavio Insinna, invece di difendere i dipendenti Rai e i concorrenti di Affari tuoi maltrattati dal conduttore". Insomma, gli è simpatico: "Fabiano è la simpatica creatura che, dopo che io ero stato convocato in Rai per un ricordo di Enzo Trapani, di cui sono l' allievo, decise di tagliare il mio contribuito perché non potevo apparire in Rai. Fabiano è quello che il 28 giugno 2016, alla presentazione dei palinsesti Rai, prese l'impegno di iniziare la prima serata di Rai 1 alle ore 21.15. Non lo ha mai, e dico mai rispettato. Anche in estate l' access di Rai 1 finisce sempre alle 21.30. Non è certo colpa di Striscia se la prima serata inizia così tardi. E poi noi siamo una rete commerciale, e a volte dobbiamo andare lunghi per sopperire a un prime time non fortissimo". Qualcos'altro?

Dai blog