Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Eurovision song contest, disastro in diretta in Israele: gli Hatari tirano fuori la sciarpa della Palestina

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

All'Eurovision Song Contest finito sabato sera a Tel Aviv, in Israele, vince l'olandese Duncan Lauence davanti all'italiano Mahmood, ma per pochi imbarazzanti secondi l'attenzione di tutti è stata sul duo islandese degli Hatari. Fasi finali con i voti dei vari paesi, tensione alle stelle per i cantanti. Quando tocca all'Islanda, i due cantanti seduti sul divanetto tirano fuori in favor di telecamere una sciarpa pro-Palestina. Leggi anche: "Ora c'è il Ramadan. E tu?". Mahmood all'Eurovision, il momento raggelante La prevedibile bomba politica sul Medio Oriente viene così sganciata proprio in extremis, e dai meno preannunciati contestatori. La regia, in evidente difficoltà, inquadra gli islandesi per pochi secondi e poi stacca in tutta fretta su Bar Refaeli, conduttrice della serata, che reagisce tradendo un certo nervosismo. E in sala, boati e fischi all'indirizzo dei poco cortesi ospiti. Voglio ricordare così gli islandesi che hanno sventolato la bandiera della Palestina all'interno del palazzetto di Tel Aviv. Ciao eroi. #EUROVISION  #ESCita pic.twitter.com/SJab4ul4Iu— LaChiars (@chitrio) 18 maggio 2019

Dai blog