Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Le Iene, parla lo spacciatore di Marco Pantani: "È stato ucciso. Quando è tornato allo chalet..."

Gloria Gismondi
  • a
  • a
  • a

Il 14 febbraio del 2004, l'indimenticabile campione di ciclismo Marco Pantani moriva in un residence di Rimini, stroncato da un arresto cardiaco causato da un abuso di droga e farmaci. A distanza di più di quindici anni, la trasmissione Le Iene ha scelto di tornare a parlare del Pirata intervistando il suo spacciatore, Fabio Miradossa. Nella puntata che andrà in onda stasera, 8 ottobre, su Italia 1, vedremo quindi la Iena Alessandro De Giuseppe intervistare l'uomo, per la prima volta da quando ha lasciato il carcere. Leggi anche: Le Iene, Miriam Leone assente alla puntata per Nadia Toffa: "Sono a chilometri di distanza" "Marco non è morto per cocaina. Marco è stato ucciso. Magari chi l'ha ucciso non voleva farlo, ma è stato ucciso. Non so perché all'epoca giudici, polizia e carabinieri non siano andati a fondo - sgancia la bomba -. Hanno detto che Marco era in preda al delirio per gli stupefacenti, ma io sono convinto che Marco, quando è stato ucciso era lucido. Marco è stato al Touring, ha consumato lì e quando è ritornato allo Chalet era lucido". Un racconto che, se fosse vero, potrebbe portare alla riapertura di un caso che, per molti, non si è mai davvero chiuso.

Dai blog