Cerca

toscana/firenze

'Giro in A1 Panoramica', vince 11enne

Ciclismo

Di fronte allo stupore di tutti, Alessandro Veringa ha tagliato per primo il traguardo della quarta edizione record

25 Maggio 2019

0
'Giro in A1 Panoramica', vince 11enne
Di fronte allo stupore di tutti, Alessandro Veringa ha tagliato per primo il traguardo della quarta edizione record

Firenze, 25 mag. - (AdnKronos) - Di fronte allo stupore di tutti, ha tagliato per primo il traguardo della quarta edizione record de 'Il Giro in A1 Panoramica', a Barberino di Mugello (Firenze), Alessandro Veringa, piccolo campione della Asd Castiglionese di Castiglione di Pepoli (Bologna), che ha soltanto 11 anni. Dietro di lui altri 1200 cicloamatori che hanno esaudito il sogno proibito di correre in autostrada, grazie al 'Il Giro in A1 Panoramica', iniziativa organizzata da Autostrade per l'Italia pensata per unire la bellezza del paesaggio dell’Appennino a un’idea del ciclismo come esperienza accessibile a tutta la famiglia.

Qualcuno gli ha perfino chiesto la carta d'identità, perché il suo aspetto dimostra ancor meno degli anni che ha. Alessandro Veringa si allena ogni giorno per almeno due ore. E' 'figlio d'arte', nel senso che la grande passione per il ciclismo gliel'ha trasmessa il padre, ma alla sua tenera età sembra già in grado di gestire il suo corpo come un consumato campione. E oggi non si è lasciato scoraggiare dal fatto di essere di gran lunga il più giovane dei partecipanti al 'Giro in A1', dove l'età media è di 40 anni: al suono della sirena, dopo 36 km di impegnativi saliscendi in autostrada, è scattato come una saetta bruciando tutti gli avversari. Così, inaspettatamente, ha tagliato il traguardo per primo cogliendo di sorpresa lo speaker della manifestazione e perfino il padre.

Alessandro è una giovane promessa del ciclismo. Ora gareggia nella categoria ‘giovanissimi’ della Asd Castiglionese, società sportiva sostenuta dallo sforzo di un gruppo di volontari e guidata da Franco De Caria, presidente dell’associazione, e dall’allenatore Paolo Salimbeni. Ma sogna di diventare un ciclista professionista. E’ facile prevedere che ci riuscirà. E che magari tra qualche anno il suo nome sarà citato tra i protagonisti del Giro d’Italia.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Attacchi in Iraq, Federica Mogherini: "Vicini alle autorità italiane"

Barbara Lezzi contro Senaldi e Sallusti: "Insulti, mi danno della sbattitappeti, non si fa". Crisi di nervi
Memorial "Ciao Pà", Paolo Bonolis e il derby del cuore a sostegno del progetto "Adotta un Angelo"
Giorgia Meloni sale sul palco accolta dal remix del suo discorso: "Entro Natale il mio primo disco"

media