Cerca

Scenario

La voce su Berlino: "La Germania potrebbe lasciare l'Euro"

La voce su Berlino: "La Germania potrebbe lasciare l'Euro"

"Euro auf wiedersehen". La Germania potrebbe dire addio alla moneta unica. A sostenere questa tesi sono alcuni economisti ed esperti su Il Foglio, in edicola oggi mercoledì 29 ottobre. Pareri ed opinioni che portano tutti in un'unica direzione: Berlino sta pensando di sganciarsi dall'Euro. Secondo Luigi Zingales, come racconta il Foglio, l'uscita della Germania dalla zona euro procurerebbe la creazione di due sistemi monetari. Uno più forte che unisce i paesi del nord europa e uno più debole che invece tiene insieme i paesi mediterranei, inclusa l'Italia. E a consigliare l'exit strategy dall'euro alla Germania ci sono anche gli Stati Uniti.

L'allarme degli Stati Uniti - Il Tesoro americano nei suoi rapporti ufficiali individua nell'Eurozona il buco nero della crescita globale. Per Washington è evidente il ruolo frenante di Berlino rispetto a un rilancio della domanda interna. Ma a quanto pare ci sono anche motivi contingenti che potrebbero spingere Berlino ad autoescludersi dal club dell'Euro. Secondo Matt O'Brien, editorialista del Washington Post ogni nuova mossa della Banca centrale europea potrebbe essere percepita come politicamente costosa per la cancelliera Angela Merkel.

Cosa può succedere - E qui arriva la profezia di Anatole Kaletsky, editorialista del New York Times: "Una rottura di Berlino con l'euro attuale sarebbe molto meno distruttiva di un break down causato da una svalutazione in Grecia o in Spagna. Nel caso di una rivalutazione della Germania non ci sarebbe effetto contagio. Non ci sarebbero cause giudiziarie da parte dei creditori".

I vantaggi e i pericoli - E sulle conseguenze di un addio all'Euro della Germania è chiaro il think thank progressista statunitense Center for Economic and policy research: "Se la Germania abbandonasse l'Eurozona, i problemi degli altri paesi membri sarebbero in larga parte risolti. L'euro presumibilmente si svaluterebbe rispetto al nuovo marco tedesco consentendo ai paesi dell'Europa meridionale di riconquistare rapidamente la loro competitività rispetto alla Germania". Infine sull'ipotesi di addio di Berlino dice la sua anche Mario Monti che afferma: "Credo che sarebbe molto pericoloso se la Germania abbandonasse la zona euro. Sarebbe pericolosamente libera...". E forse pure noi...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • athos.next

    03 Novembre 2014 - 01:01

    probabilmente potrebbe essere uno scenario convincente. non del tutto da escludere. ma quello che gli stati uniti non dicono e' che chi guadagnerebbe dalla scissione sono proprio loro. una volta indebolito l'euro le monete più forti sarebbero il dollaro e la sterlina.

    Report

    Rispondi

  • violacea

    30 Ottobre 2014 - 15:03

    speriamo succeda presto!! e poi liberiamoci da questi politici incapaci di gestire l'economia e creare lavoro!solo il lavoro delle aziende crea ricchezza per il paese !!!altro che dipendenti pubblici!!

    Report

    Rispondi

  • remare2006

    30 Ottobre 2014 - 14:02

    Speriamo che lo faccia e anche presto perchè ci ha messo tutti in povertà. Vaffa Vaffa.-

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    30 Ottobre 2014 - 04:04

    La Germania non fotte i partner (noi) - ce la caviamo soli a fotterci non servono i tedeschi. A lor basta lasciarci in mano alle nostre politiche e ai nostri politici di sinistra, sedersi sul lato del fiume ed aspettare. Facciamo tutto soli. Prima di tutto creiamo un inferno fiscale, poi diamo soldi a tutti amici, immigrati etc. Imbrigliamo le aziende cosi non possono lavorare, trucco fatto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog