Cerca

Negazionismo

La vendetta dell'Iran su Charlie Hebdo. Ecco le vignette satiriche contro gli ebrei

La vendetta dell'Iran su Charlie Hebdo. Ecco le vignette satiriche contro gli ebrei

In segno di protesta per le vignette satiriche contro l'Islam pubblicate da Charlie Hebdo, il giornale francese finito il 7 gennaio nel mirino dei terroristi islamici, in Iran è stato indetto un concorso internazionale sulla negazione dell'Olocausto. Come riportato dal Teheran Times, l'Iran's House of Cartoon e il Sarcheshmeh Cultural Complex hanno organizzato il secondo International Holocaust Cartoons Contest proprio per rispondere agli "insulti al Profeta Muhammad", ha spiegato il segretario del concorso e direttore della Ihoc, Masud Shojaei Tabatabaii.

Al vincitore andrà un premio di 12mila dollari, il secondo ne prenderà 8000 e il terzo 5mila. Le opere prime selezionate andranno in mostra al Museo di Arte Contemporanea della Palestina a Teheran e in molti altri luoghi della città. "Perché nei Paesi occidentali è accettabile", si chiede Shojaei Tabatabaii, "che si disegnino caricature sul profeta Maometto ma appena si sollevano dubbi sull'Olocausto, partono accuse e condanne?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francab

    03 Febbraio 2015 - 10:10

    non cpisco, vignette anti islam i e anti israel no? dove sta la differenza?

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    03 Febbraio 2015 - 10:10

    giusto: stronzaggine per stronzaggine, meglio le vignette delle armi

    Report

    Rispondi

  • cicalino

    02 Febbraio 2015 - 22:10

    Meglio gli scarabocchi dei kalashnikov...Avanti così !

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    02 Febbraio 2015 - 19:07

    La guerra delle vignette vince su quella delle armi: invece di ragionare con i piedi e con le armi è più interessante ragionare con il cervello e i disegni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog