Cerca

Merkel doppiogiochista

La Germania raddoppia il gasdotto dalla Russia, alla faccia delle sanzioni contro Mosca

Dura sulle sanzioni contro la Russia a parole, morbida con il partner Putin nei fatti. Alle spalle della politica di severità varata dall'Unione europea nei confronti della Federazione russa, la Germania fa affari golosi col gigante ex-sovietico. L'ultimo è quello di North Stream 2, ovvero il raddoppio del gasdotto che scavalcando una serie di Paese est-europei notoriamente ostili a Mosca e attraversando il Mar baltico, raddoppierebbe di fatto le forniture di gas dirette dalla Russia in Germania. Il tutto, appunto, alla faccia delle sanzioni varate dall'Europa per "punire" Putin per le guerre in Crimea e nel Donbass.

Sul tema, il dente particolarmente avvelenato ce l'ha proprio l'Italia che nei mesi scorsi ha visto bocciare il gasdotto South Stream, in cui l'Italia con Eni avrebbe giocato un ruolo fondamentale. Per questo, riporta il quotidiano La Repubblica, l'ambasciatore italiano alla Ue ha ricevuto l'orine esplicito lavorare per bloccare il rinnovo delle sanzioni economiche contro Mosca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    17 Dicembre 2015 - 23:11

    Ma che ca22o dice che si incazza che la Merkel fa gli affari suoi ! ma che si incazza costui fa le sparate di cazzate poi quanto c'è da imporsi si mettono alla pecorina e a 90° purtroppo abbiamo qualche Politico all'altezza della situazione io dico di no.

    Report

    Rispondi

  • rendagio

    17 Dicembre 2015 - 22:10

    ma sai quanto gliene frega a questa comunista ? fa gli interesse della patria, mentre Renzi fa solo quelli di famiglia , e vai con le sanzioni che aprenderla in culo sono gli italiani ONESTI

    Report

    Rispondi

  • lepanto1571

    17 Dicembre 2015 - 14:02

    I tedeschi stanno preparando la 3a guerra mondiale!

    Report

    Rispondi

    • agosman

      20 Dicembre 2015 - 11:11

      Puo' darsi, ma saranno i primi ad esserne travolti. Tempo al tempo.

      Report

      Rispondi

  • Ben Frank

    Ben Frank

    17 Dicembre 2015 - 11:11

    Ma è chiaro, i duesono coetanei, lei parla perfettamente il russo, avendo frequentato da borsista l'università moscovita, lui perfettamente il tedesco, avendo diretto il distaccamento del KGB nella DDR. Secondo me si conoscono dai tempi dell'armata rossa...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog