Cerca

La trattativa

Equitalia, porta in faccia dai Comuni: "Vogliamo esattori più umani"

L'Anci dice no alla proposta di collaborazione dell'Agenzia. Delrio: "No a nuovi carrozzoni pubblici"

Il sindaco di Reggio Emilia al Corriere della Sera: "Vogliamo una riscossione più attenta e vicina ai contribuenti"
Equitalia, porta in faccia dai Comuni: "Vogliamo esattori più umani"
Equitalia tende la mano ma i Comuni dicono ancora no. La proposta dell'Agenzia delle Entrate di creare una nuova società insieme agli enti locali per la riscossione trova decisamente contrario il presidente dell'Anci Graziano Delrio, sindaco di Reggio Emilia: "E' l'unica cosa che non vogliamo", dice al Corriere della Sera. La situazione è abbastanza complessa. Equitalia per propria iniziativa ha deciso di tirarsi fuori dal business dal 2013, quando le attività di riscossione saranno interamente a carico dei Comuni (che già dal 2006 hanno la facoltà di riscuotere tributi, ma che hanno preferito fin qui affidarsi all'Agenzia per le riscossioni coatte). Il problema è che facendosi da parte lo stato dovrà farsi carico di circa 1.000 dipendenti pubblici in esubero. La speranza era, appunto, che nonostante la retromarcia di Equitalia i Comuni trovassero un accordo con l'agenzia pubblica. E invece no, perché i sindaci vano per la propria strada e continuano a sondare le società private. "Vogliamo una riscossione più attenta, più vicina ai contribuenti, più umana", attacca Delrio, sottolineando come l'unica cosa da evitare sia "ricreare un carrozzone pubblico". Bisogna fare presto, però, perché con l'abolizione dell'esecutività immediata delle cartelle fino a 2.000 euro (la maggior parte, sottolinea Mario Sensini sul Corriere, sono multe stradali) si profilano voragini e buchi neri nei già traballanti conti dei Comuni italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ivonno

    28 Agosto 2012 - 21:09

    equitalia...banda di strozzini...che muoiano di fame.

    Report

    Rispondi

  • petergreci

    25 Agosto 2012 - 11:11

    I signorini che sparano contro Equitalia che fa il suo sacrosanto lavoro di recuperare i soldi per conto dello Stato, sono i soliti stessi evasori. Inoltre non è accettabile che si delegittimi Equitalia che a ben vedere viene combattuta da chi non paga la tassa dei rifiuti adducendo pretesti vari per poi avere sempre contanti per l'abbonamento allo stadio, 3-4 telefonini, vacanze al mare, auto nuova.

    Report

    Rispondi

  • lstmare2006

    24 Agosto 2012 - 19:07

    dei miei stivali. A te ti vedrei bene nel medioevo nei feudi dei signori a riscuotese. Immagino la scena tu entri e cosa vedi una casa piena di miseria con bambini che tossiscono e poca legna che serve per riscaldare l'ambiente . Ecco che entra in gioco il_presidente visto che non trova soldi che fà , prima si mette a schiaffeggiare a destra e a manca e poi gli sequestra la legna pur sapendo che fuori ci sono 30 gradi sotto lo 0. Ammazza ,Hitler a te ti fà un baffo.

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    24 Agosto 2012 - 17:05

    Non dico di chiedere per favore se possono riscuotere,ma neanche decurtare la pensione di 1/5 a quelli che prendono € 650 Euro/mese,è vergognoso che sempre i deboli debbano pagare. Per esempio,lo Stato ha oltre € 85 miliardi di debiti verso gli imprenditori,operai,lavoratori da diversi anni,perchè non mandiamo Equi Italia a riscuotere caro lettore e scrittore di Post.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog