Cerca

Giustizia allo sbando

Beccato con un mucchio di cocaina
Il giudice lo assolve: "Scorta estiva"

Il giovane era stato fermato dai carabinieri con 5 grammi di polvere per spaccio. Ma il tribunale di Forlì lo libera: il fatto non sussiste

La dose è stata giudicata si "abbondante", ma comunque per uso personale. restituiti anche 120 euro, probabile provento di spaccio 

Cinque grammi di cocaina? Solo una scorta estiva per uso personale. A dirlo, ieri, è stato il giudice del tribunale di Forlì, Alessandro Trinci, spiegando così l'assoluzione di uno studente che la sera prima era stato fermato dai carabinieri dopo un breve inseguimento nelle strade della cittadina romagnola. L'arresto del ragazzo - che aveva anche tentato di disfarsi della droga gettandola in un locale - è stato convalidato, ma alla successiva richiesta di rito abbreviato il magistrato ha detto che la sostanza stupefacente rinvenuta era sì «abbondante», ma comunque per «uso personale», e che non è raro che d'estate si tenda a fare una scorta per le vacanze o per le maggiori difficoltà di reperire i fornitori. Il giovane è stato dunque rimesso in libertà «perché il fatto non sussiste», e gli sono stati restituiti i 120 euro sequestrati dai militari al momento dell'arresto (presunto provento di spaccio).

forlì

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

blog