Cerca

La perizia

Il pc di Bossetti: cercava notizie su Yara sul web

Il pc di Bossetti: cercava notizie su Yara sul web

Un altro indizio rischia di compromettere la posizione di Bossetti. Sono cominciate da parte degli inquirenti le analisi sui due computer di Massimo Bossetti e dagli accertamenti sarebbe emerso già un dato: nella cronologia dei siti visitati da chi utilizzava quei pc risulterebbero diversi «clic» su notizie riguardanti il caso di Yara Gambirasio, riportate per lo più da portali di informazione. Le notizie su Yara, Bossetti le guardava con un'insolita insistenza. Un dato che desta sospetto tra gli investigatori ora che Bossetti è l’uomo che ora si trova in cella con l’accusa di aver ucciso la tredicenne di Brembate Sopra, e a cui è contestata una sfilza di aggravanti, fra cui quelle delle sevizie e della crudeltà.

"Cercavo sue notizie" - Lui stesso ha dichiarato nel corso dell’interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari, Ezia Maccora, di essere appassionato di cronaca nera e lettore de L’Eco di Bergamo, a cui "mia suocera è abbonata". Questo potrebbe spiegare l’interesse per un caso di cronaca di rilevanza nazionale, quale quello della morte della tredicenne di Brembate. Ma gli investigatori ora stanno vagliando tutte le ricerche web di Bossetti per capire con quale frequenza cercasse notizie su Yara. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • agostino.vaccara

    01 Luglio 2014 - 13:01

    Ma veramente si può credere che bossetti avesse un'ossessione per Yara perchè cercava notizie sul suo assassinio? Più di mezza Italia era interessata a questo caso increscioso, che fa sono tutti potenziali assassini? Io seguo attentamente fox crime e le sue fiction eppure non sono di certo un serial killer!!! Diverso sarebbe se si potesse confermare un interessamento per Yara da viva!!!

    Report

    Rispondi

  • Coste fredde

    30 Giugno 2014 - 08:08

    Mi pare che si stia esagerando. Posso cercare in internet continuamente notizie su un fatto di cronaca senza essere implicato in alcun modo. Quanto al DNA, sarà il caso di scegliere con attenzione il proprio barbiere o parrucchiere : potrebbe prendere un vostro capello e depositarlo sulla scena del crimine e siete rovinati.

    Report

    Rispondi

  • egmar54

    30 Giugno 2014 - 03:03

    Ho la sensazione, che quest'uomo sia un falso, e stia mentendo spudoratamente, ma i giudici, sanno fare il loro lavoro, e presto sapremo la verita'.....

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    29 Giugno 2014 - 18:06

    Siamo sempre lì...coincidenze prese come indizi,opinioni personali di parenti e conoscenti, un dna vecchio di 4 anni e di cui non ho ancora capito l' attendibilità scientifica e che però sembra essere l'unico vero caposaldo dell'accusa. Grosso, illustre penalista, ha già detto che la sua utilizzabilità ai fini del procedimento è tutta da dimostrare. Ricordiamoci Zornitta...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog