Cerca

Nuovo harakiri a sinistra

Il Pd: Bersani è un fascista
e usa per sé i soldi del partito

Diluvio di polemiche e proteste dei militanti per il manifesto con cui il segretario annuncia la sua discesa in campo alle primarie

Il Pd: Bersani è un fascista
e usa per sé i soldi del partito

 

Il manifesto è già affisso in molte città. Titolo “Accettiamo la sfida”, ed è l’annuncio ufficiale del Partito democratico per l’avvio delle primarie. Colori verde-bianco e rosso, dentro solo una frase di Pierluigi Bersani che dice “Io mi candiderò”. Il manifesto è stato subito un pugno nello stomaco dei militanti. Che non l’hanno affatto gradito, sommergendo i propri leader, i blog del partito e perfino quelli dell’agenzia di design che l’ha ideato di critiche, proteste violente e anche qualche insulto. Prima accusa: il design ricorda quello del ventennio, il bianco della simil-bandiera ricorda un fascio littorio. Seconda accusa, piuttosto diffusa: il manifesto riporta come committente “Partito democratico- Direzione nazionale”, quindi sembra pagato dai fondi del partito. Solo che è un manifesto che lancia non le primarie in sé, ma la candidatura di Bersani alle primarie. Quindi si accusa il leader di barare al gioco: se per sé usa fondi del partito, viola la par condicio con gli altri candidati che non hanno la cassa del Pd a loro disposizione.

Le critiche politiche stanno infiammando i blog, finendo nei profili facebook di molti imbarazzati leader nazionali del Pd. A quelle stilistiche ha scelto di replicare l’agenzia di design che ha ideato il manifesto. Si tratta della FF3300, fondata nel 2006 da Alessandro Tartaglia, Carlotta Latessa e Nicolò Loprieno. Il filosofo del gruppo è Tartaglia, una sorta di Gianroberto Casaleggio della sinistra italiana. Nel 2010 è stato Nichi Vendola ad associarselo, e lui gli ha fatto tutta la campagna di comunicazione delle regionali, riempendo la Puglia di manifesti senza il volto di Nichi e con lo slogan “Vendola- la poesia è nei fatti”. Tartaglia difende il manifesto spiegando di avere voluto andare “oltre la bandiera italiana”. Replica anche a chi dice che manco si capisce che c’entri il Pd, visto che il nome del partito è scritto in rosso su sfondo rosso: “Un marchio non è un adesivo, e può essere declinato, adattandosi al contesto, trasformandosi da marchio in marca..”. Quanto allo stile considerato fascista Tartaglia crede che  “sia fondamentale per il Pd che studi, provi, sperimenti, innovi i linguaggi della comunicazione politica, anche recuperando, citando e interpretando i linguaggi che hanno fatto la storia della sinistra in Italia. Non fasci littori, ma la sinistra”. Sarà,. ma quel manifesto con cui Bersani ha rubato a Vendola il suo Casaleggio usando i soldi del Pd per la campagna personale alle primarie, sembra tanto il più classico degli hara-kiri della sinistra italiana…

di Franco Bechis

 

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 654321

    15 Giugno 2012 - 19:07

    infatti voi pecore di compagnoni che fate? Venite su Libero a farvi i cazzi non vostri!! Che dementi, presuntuosi prepotenti e fave!!AGDF, ma perche' non ti preoccupi dei cazzi tuoi che credo tu ne abbia veramente tanti di traverso!Se sei cosi furbo, perche' sprechi qui il tuo prezioso tempo!! Forse perche' dalle altri parti nessuno ti caca compagnone!Ridicolo e arrogantello con il vizietto di guardare a casa degli altri!Guarda i froci che avanzano dalla tua parte e cammina rasente il muro, senti questo il bue che da del cornuto all'asino!! Compagno che figura di merda,evita e evitate di farle, avrete tutto il tempo necessario per farle altrove!

    Report

    Rispondi

  • villiam

    15 Giugno 2012 - 18:06

    solo ora a sinistra si accorgono che il comunismo non è altro che fascismo ?guardare chi lo sostiene ,alcuni nomi ,scalfari ex balilla,bocca ex fascista ,e poi sono centinaia ,ma inutile scriverli ,tanto i sinistrati negano anche di aver preso il latte dalla madre!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    15 Giugno 2012 - 14:02

    Ma guarda un po'!!! I militanti del Pd hanno scoperto che tra fascismo e comunismo c'è ben poca differenza!!!!

    Report

    Rispondi

  • AGFD

    15 Giugno 2012 - 13:01

    Siete proprio strani voi berlusconiani, il vostro PDL è al 15% in caduta libera e vi state ad occupare di un manifesto del PD? Ma non sarà anche per quello che quelli che hanno ancora un pò di sale in zucca vi abbandonano?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog