Cerca

L'ultima prova del golpe

Gli Stati Uniti: "Funzionari Ue ci chiesero di far cadere Silvio Berlusconi"

Non solo Monti. Non solo Napolitano. Non solo Prodi. Anche a Barack Obama fu chiesto da alcuni funzionari europei di prendere al complotto per far cadere Silvio Berlusconi. A fare pressioni sul presidente Usa furono alcuni funzionari europei, che proposero ad Obama un piano per far crollare l'esecutivo, nell'infuocato 2011. Gli Stati Uniti, però, si sottrassero al complotto: "Non possiamo avere il suo sangue sulle nostre mani". La fonte di tali rivelazioni? Niente meno che l'ex ministro del Tesoro, Timothy Geithner, che spiega quanto accaduto in un libro di memorie uscito lunedì, Stress Test, e anticipata dalla stampa. Dopo il il libro-rivelazione di Alan Friedman, Ammazziamo il gattopardo, che svelava le indebite e (troppo) preventive pressioni di Giorgio Napolitano su Mario Monti, ecco un nuovo pamphlet destinato a fare molto rumore politico.

La ricostruzione - Geithner, uno degli uomini più potenti degli States, scrive: "Ad un certo punto in quell'autunno, alcuni funzionari europei ci contattarono con una trama per cercare di costringere il premier italiano Berlusconi a cedere il potere; volevano che noi rifiutassimo di sostenere i prestiti del Fmi all'Italia, fino a quando non se ne fosse andato". L'ennesima prova al fatto che l'Europa berlinocentrica voleva far fuori lo Stivale e il suo presidente del Consiglio. Geithener si riferisce ai mesi più difficili per l'Italia, alle prese con le bizze dello spread, nell'autunno 2011. In particolare le richieste agli Stati Uniti furono avanzate già a settembre 2011, prima che lo spread raggiungesse i massimi, quando in Polonia all'Ecofin ricevette richieste per "fare pressioni sulla Merkel affinché fosse meno tirchia, o sugli italiani e gli spagnoli affinché fossero più responsabili". Contestualmente, come detto, arriva anche la proposta di far cadere Berlusconi. Ma Geighner precisa che, per quanto gli Usa avrebbero preferito un altro leader, gli Stati Uniti preferirono evitare il complotto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • domenico.piccolboni

    02 Marzo 2015 - 20:08

    resta il fatto che Monti ha governato per un anno con l'appoggio determinante di Berlusconi e della sinistra......

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    02 Marzo 2015 - 18:06

    Ma chi andò personalmente da Obama ? Da chi partì tale iniziativa 'VOGLIAMO I NOMI."! Napolitano? Grasso? Boccassini? Il primo sicuramente

    Report

    Rispondi

  • sempreadestra

    02 Marzo 2015 - 17:05

    La germania non ha perso la guerra ma solo una battaglia!!! Oggi ha vinto la guerra e l'europa è sotto il tallone della culona e non cambierà più niente, saremo sempre tutte colonie!!!

    Report

    Rispondi

  • natalinogiarrocco

    02 Marzo 2015 - 17:05

    ma ci fosse qualche magistrato di aprire un fascicolo su questo complotto. Io come cittadino pretendo la verità, oppure ci vogliono togliere il diritto di votare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog