Cerca

Autogol del pm

Ingroia: Uso politico delle intercettazioni

Il magistrato in aspettativa e leader di Rivoluzione Civile lo ammette: "Le conversazioni spiate avevano un fine politico. Colpa della polizia"

Antonio Ingroia

Antonio Ingroia

 

Finalmente lo ha ammesso. Antonio Ingroia, ora leader di Rivoluzione civile ha dato ragione a Silvio Berlusconi e al Pdl, che sul tema ha combattuto e combatte una lunga battaglia. "Si, è vero: è stato fatto un uso politico delle intercettazioni", ha detto l’ex procuratore aggiunto di Palermo a Omnibus, in onda su La7 aggiungendo. E poi: "Questo è stato l’effetto relativo, la causa è che non si è mai fatta pulizia nel mondo della politica". "Se ci fosse stata pulizia - ha spiegato Ingroia - non ci sarebbero state inchieste così clamorose e non ci sarebbe state intercettazioni utilizzate per uso politico".

"The End" - Le dichiarazioni dell'ex pm sono state subito commentate da Daniele Capezzone, portavoce nazionale Pdl: "Quando Antonio Ingroia ammette l’uso politico delle intercettazioni, mette una pietra tombale sul suo lavoro, e 'confessa' il taglio politico della sua opera". "Oggi", ha aggiunto l'azzurro, "tutti comprendono l’animus con cui ha operato: se lo dice lui... Se fosse un film, saremmo al 'the end’. Ma non è un film: è la conferma di quello che ogni garantista e ogni persona di buon senso poteva vedere".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lillignocchi1

    04 Febbraio 2013 - 14:02

    Il "caro" Napolitano dov`e'. si fa sentire solo e quando toccano i suoi interessi.....Comunista del cavolo....

    Report

    Rispondi

  • kIOWA

    02 Febbraio 2013 - 12:12

    mi vuoi spiegare come giustifichi la differenza di trattamento tra le intercettazioni di Napolitano e Berlusconi?Grazie.

    Report

    Rispondi

  • fdrebin

    02 Febbraio 2013 - 11:11

    ... che mi ricordo era per l'intercettazione di Fassino: "abbiamo una banca". Intercettazione fuori dagli atti, doveva essere distrutta, invece fu rubata dal titolare della ditta incaricata di fornire gli apparati per le intercettazioni, regalata a B. e pubblicata (giustamente, visto che era una notizia) dal giornale di famiglia. Questa intercettazione infatti gli ha fatto vincere le elezioni 5 anni fa. Più uso politico di questo...

    Report

    Rispondi

  • futuro libero

    02 Febbraio 2013 - 11:11

    dal vecchio PCI al nuovo,si fa per dire,PD.Abbiamo avuto sempre discussioni abbastanza forti io di Forza Italia e lui delPD.Ognuno ha sempre portato le sue ragioni e alla fine finiva sempre con lestesse parole voi siete solo ladri e mafiosi.Oggi stava piuttosto zitto,non aveva molta voglia di parlare,l'ho un pò punzecchiato e non mi sarei mai aspettata che mi dicesse:ho sempre pensato che Berlusconi fosse un ladro un mafioso e oggi sono stato tradito da bersani,ha dimostrato di essere un super ladro di non guardare in faccia a nessuno pur di avere voti,per lui mafia camorra non significano niente,basta che portino voti.Sono ancora più deluso poi per il fatto che invece di scusarsi con noi elettori che lo votiamo da una vita attacca tutti parlando di sbranare perchè non si deve credere che sono statiscoperti conle mani nella nutella.Non sono solo deluso sono così schifato che ho deciso che non andrò a votare oppure se vado voterò PDL non hanno mai detto di essere diversi sono coerenti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog