Cerca

La speranza

Il Colle chiede amnistia e indulto, Berlusconi spera

I tempi per l'esecuzione della pena del Cav si allungano. La richiesta dei servizi sociali verrà analizzata a dicembre o in primavera. Se il Parlamento accelera, Silvio può salvarsi

Il Colle chiede amnistia e indulto, Berlusconi spera

Giorgio Napolitano l'ha detto: "Per affrontare l'emergenza carceraria ritengo necessario intervenire nell'immediato con il ricorso a rimedi straordinari tra cui indulto ed amnistia". Il Colle dunque apre all'ipotesi di un provvedimento di clemenza che possa alleviare la situazione del sovraffollamento delle carceri. Ma il suo messaggio potrebbe interessare, e molto da vicino Silvio Berlusconi. Il Cav è stato condannato a 4 anni per frode fiscale nel processo Mediaset. Tre anni sono coperti dall'indulto, ma uno Silvio deve scontarlo. Entro il 15 ottobre Berlusconi dovrà decidere se andare ai servizi sociali oppure ai domiciliari. Secondo quanto hanno riferito i suoi legali Berlusconi avrebbe optato per i servizi sociali.

La speranza appesa al calendario -
 La tebella di marcia per la pena del Cav è lunga. Una volta presentata la domanda per l’affidamento ai servizi sociali al tribunale competente (in questo caso quello di Milano), il Tribunale di Sorveglianza fisserà un’udienza alla quale parteciperà come rappresentante dell’accusa un Procuratore generale: durante l’udienza verrà deciso se accogliere o meno l’istanza e, se verrà accolta, verranno stabiliti anche i particolari dell’affidamento. Tutto ciò potrebbe accadere o a dicembre, oppure entro la prossima primavera del 2014.  Ecco, è proprio su questo calendario che Berlusconi può sperare proprio nell'indulto o nell'amnistia. Se il Senato e la Camera dovessero accogliere il messaggio di Napoletano e quindi dare il via al provvedimento in tempi brevi allora, Silvio potrebbe godere, pure lui dell'annullamento della condanna. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    17 Ottobre 2013 - 20:08

    Altro dossier... Silvio. Prepara le bugie.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    17 Ottobre 2013 - 20:08

    Quella dell'aria o delle arie.

    Report

    Rispondi

  • massimo1008

    10 Ottobre 2013 - 18:06

    povero silvio,i domiciliari ad arcore,se vuole fare cambioio faccio un anno a casa sua e lui fa i domiciliari a casa mia .vediamo un po'.

    Report

    Rispondi

  • curcal

    09 Ottobre 2013 - 19:07

    Lei sa benissimo che la pena minima doveva essere quel la richiesta dal PM nel processo di appello(tre anni). Lei sa altrettanto bene che il giudice anzichè diminuir la (o quantomeno cofermarla,come accade in quasi tutti i processi)ha aumentato la condanna a quattro anni.Cosi facendo ha fatto scattare un anno di reclusione(tre con donati)ma quello più importante la decadenza da senatore e l'ineleggibilità.A lei, le considerazioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog