Cerca

L'OPPORTUNISTA

Casini spacca Scelta civica e punta al grande centro

Montiani divisi, volano gli stracci con i fan del Prof. Pierferdy gode: "I democristiani non sono mai morti" e strizza l'occhio ad Angelino...

Pierferdinando Casini

Il leader dell'Udc Casini

Pierferdinando Casini va per la sua strada. Il principe del trasformismo si libera di Monti, spacca Scelta Civica e prova a migrare verso il "Nuovo centrodestra" di Alfano. Pierferdy ha di fatto avvelenato il centrino di Monti portandolo sull'orlo del baratro. Durante l'ultima assemblea di Scelta Civica, il nuovo presidente Alberto Bombassei ha sancito la rottura: "È arrivato il momento di sciogliere il patto elettorale con l'Udc - ha detto dal palco - È del tutto evidente che abbiamo un'idea di Paese del tutto diversa da quella che l'Udc sta proponendo".

Addio Monti -
Così Dellai, Oliviero e Mauro con un documento pensionano Monti e migrano verso nuove praterie centriste: "È nostro compito - vi si legge - proporre un progetto politico stabile e maturo, a larga partecipazione popolare, non elitario, per non tradire le aspettative e le speranze che abbiamo suscitato". E ancora "Basta con le scialuppe, ci vuole un cantiere per costruire una grande nave popolare". Monti ha deluso tutti, "è riuscito a portarci dal 12 per cento delle elezioni al 2 per cento dei sondaggi",afferma Mauro.

Casini verso Alfano - Casini sta alla finestra e con i "popolari" è pronto a tendere la mano ad Alfano: "I democristiani non sono mai morti". Casini fa i nomi di Alfano, Letta e Renzi e aggiunge: "Noi non dobbiamo accogliere nessuno, qui c'è un cantiere aperto, loro nel centrodestra e noi nel centro. Non pensiamo che solo il cambiare possa essere garanzia di risultato. Vendere un prodotto è facile, ma i venditori sono bravi a collocare il loro prodotto anche se di scarsa qualità. Dobbiamo lavorare seriamente in Parlamento e nel Paese per sostenere l'unico governo oggi possibile". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Devogu

    16 Novembre 2013 - 17:05

    L'uomo invisibile, che non ha mai fatto niente in vita sua salvo aggregarsi al primo che capita, sbavare parole di circostanza che non hanno mai convinto nessuno. Vai casini ché sei grande e stai tranquillo nessuno ti può derubare perché sei un vuoto assoluto. La gente si sta azzuffando per darti voti.

    Report

    Rispondi

  • guifra35

    16 Novembre 2013 - 15:03

    Questo ciarlatano l'unica carica che ha ottenuto nella sua inutile vita, con quei quattro miserabili voti, gliela regalata Silvio Berlusconi e lui in cambio vergognosamente lo ha tradito, esattamente come stanno facendo ora Alfano e tutta l'armata Brancaleone degli scissionisti. Ma andremo, prima o poi, a votare e stiano tranquilli il popolo non dimentica!

    Report

    Rispondi

  • cantagallo

    16 Novembre 2013 - 14:02

    Il Pitone è Pierferdinando. Fino ad ora ha stritolato tutti, gli ultimi sono Rutelli, Fini, Monti ed il prossimo volete sapere chi sarà? Ma l'Angelino non c'è dubbio. Chi cade nella sua tana non ha scampo.Scilla e Cariddi lo furono per Ulisse ma quello era furbo e si fece legare , l'Angelino è privo di furbizia politica e non ha frequentato la DC dei bei tempi.Voglio dire che è un po sprovveduto e sarà la sua nuova preda.

    Report

    Rispondi

  • OIGRESINOR

    16 Novembre 2013 - 14:02

    Una domanda a cui non serve dare risposta...ce ne sono tanti, troppi. Come dicevano i filosofi greci, poi riverificato dagli scienziati delle biomasse, lo sterco si cerca e appiccica facendo massa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog