Cerca

Dopo la decadenza

Berlusconi verso la candidatura in un Paese estero

Silvio Berlusconi visto da Benny

Il giorno dopo la decadenza è il giorno della "decompressione". Silvio Berlusconi ormai ex senatore, rincuorato dagli affetti dei figli, ristorato da qualche ora di sonno (dopo notti insonni), è apparso a chi l'ha sentito ancora più combattivo e lui stesso avrebbe ammesso: "Mi sento un leone". Lo scrive in un retroscena il Corriere della Sera che adombra anche una possibilità che il Cav starebbe accarezzando. Silvio guarda all'Europa. E alla possibilità di una candidatura nelle liste di qualche partito amico in uno dei Paesi che andranno al voto. L'incandidabilità che lo ha colpito in virtù della legge Severino non è in vigore in tutti i Paesi e così potrebbe candidarsi in liste che sono quasi ovunque bloccate e potrebbe essere facilmente eletto.

L'escamotage -  In questo modo potrebbe tornare ad avere lo scudo parlamentare che gli può garantire protezione dall'arresto e dalle perquisizioni. Perché adesso la sua più  grande preoccupazione è un attacco della giustizia. Ci sono "pendenze" a Milano, a Napoli e a Bari e lui teme che all'alba le forze dell'ordine possano fare irruzione nella sua casa: "Già me li vedo che rovesciano tutto violando la mia vita e la mia privacy". Per questo adesso cerca di percorrere la strada della candidabilità in una lista europea in un Paese privo di norme anti-corruzione simili alla legge  Severino.

Il cavillo - A complicare i piani di candidatura all'estero del Cav si mette una raccomandazione comunitaria (approvata in commissione lo scorso ottobre) che predispone l'incandidabilità e l'ineleggibilità dei condannati al Parlamento europeo. Il documento non ha valenza legislativa, ma invita gli stati membri ad escludere dalla competizione elettorale i condannati in via definitiva per reati relativi alla criminalità organizzata e riciclaggio, corruzione e reati gravi di natura economica e finanziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • curcal

    02 Dicembre 2013 - 10:10

    Siete i soliti parvenue: chi fa collezione di francobol li non è un "sifilitico" ma un filatelico.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    29 Novembre 2013 - 17:05

    Ma a te compagno, più merlo che mago, questo giornale ti fa comodo per vomitare le tue invidiose cattiverie o puttanate vero...? E oltretutto, sei anche un gran bifolco maleducato perché non ringrazi mai il Direttore, che non solo ti sopporta ma non ti censura, così come fannocon noi, quegli zozzoni comunisti di repubblica e il fatto quotidiano....!

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    29 Novembre 2013 - 17:05

    Bravo Cavaliere, cautelati contro questi zozzoni comunisti, qualsiasi cosa farai per far scoppiare di rabbia questi maledetti da Dio, sarà benfatta e non solo noi maggioranza del paese approveremo, ma all'occorrenza, ti difenderemo a spada tratta ed in ogni circostanza.....! Organizzati in fretta, senza indugio alcuno e in modo che puoi girargli tutto il giorno sotto al naso, non solo che non possano dirti un cazzo, ma che debbano addirittura mettersi sull'attenti quando ti incrociano....! Chi vorrebbe vedere Giorgio farfugliare sputando saliva, o gli sgherri in divisa farti il saluto ed i compagni Letta ed Alfano sorridere mentre gli rifiuti la stretta di mano.....! Cazzo come sarebbe stupendo vedere in diretta una cosa simile....! Per non dire poi, come sbufferebbero certi giudici dannati e venduti, che fanno credere ai poveracci che ancora votano per i comunisti, che la legge sia uguale per tutti.....che ridere.....!

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    29 Novembre 2013 - 17:05

    O nel bene o nel male, tristi quei personaggi di cui non si parla mai...! Quanto mai la storia ricorderà fearofthedark, o pino&pino, o antari, o ramadan, o renatino1900, o Jborroni, o imahfu, o toscanorosso, o tutte le altre mezze cartucce comuniste che hanno l'incarico, naturalmente retribuito dal partito comunista, che si autodefinisce democratico, di insultare, denigrare, azzerare, il grande Berlusconi, consci, che questi cerebrolesi, sono stati ormai irrimediabilmente sballati dal suo grande carisma, al punto limite di vederlo in bagno, a letto, per strada, ovunque.....e sparlare di lui come dischi ormai fuori uso....! Lo so poveracci, è penoso sentirli dire sempre le solite cose, però che ci vuoi fare, i manicomi l'hanno chiusi i comunisti e le loro famiglie, non li vogliono in casa, per cui poveracci, vivono alla giornata nei centri asociali a bere, ubriacarsi, drogarsi, dormire e vivono di elemosina che gli passa il partito per denigrare le persone perbene....!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog