Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gregoraci, le balle del "gran signore" Magli. E pare che sul trono di Uomini e Donne...

Ivan Rota
Ivan Rota

Ivan Rota

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

I prossimi tronisti di Uomini e Donne potrebbero essere Davide Basolo, ex corteggiatore di Giovanna Abbate e Carlo Siano, ex tentatore di Anna Boschetti a Temptation Island. Siano, che è un pugile e ha una falegnameria, é parecchio arrabbiato con una persona che lo insulta via social. In pratica, uno stalker che parla di 47 (morto che parla) riferendosi al suo essere spento. Ma chi lo conosce sa che Carlo Siano é un vulcano.

***

Loredana Lecciso fa un racconto inedito su sua figlia Jasmine Carrisi, che oggi si trova impegnata con il papà Al Bano nel ruolo di giudice a The Voice Senior. La Lecciso, in questa intervista esclusiva a Grand Hotel, tra le tante cose parla anche di sua figlia e del loro forte legame. Parla anche di un percorso di vita alquanto complicato, però. La showgirl è molto orgogliosa di Jasmine, una ragazza talentuosa e piena di vitalità e voglia di entrare nel mondo dello spettacolo. La Lecciso rivela:” legame profondo, molto speciale, perché quando ero incinta rischiai seriamente di perderla. Nei primi mesi di gravidanza ho rischiato più volte l’aborto e sono stata costretta a letto per settimane. Nessuno sapeva che ero incinta, io e Albano stavamo insieme da appena sei mesi. Neppure mio padre, che è medico, era al corrente della mia gravidanza”.

 

***

Vecchie ruggini. Ecco cosa ha detto Platinette, ospite da Barbara D’Urso su Tommaso Zorzi: “ Io non amo Zorzi, ma neanche per scherzo. Visto che lui si permette di dire che quando mi vedrà, mi darà un paio di schiaffi. Io gli schiaffi li ho presi ma da quelli che odiano quelli come me, non da quelli che sono come me. Possiamo avere opinioni differenti.” Questo in risposta a quanto aveva detto Zorzi in un’intervista a Gabriele Parpiglia: “ A Platinette gliene ho dette di tutte quelle che avevo. Gliele continuerò a dire fino a che avrò fiato in corpo. Tu ti approfitti delle battaglie che hanno fatto le persone prima di te per permetterti di fare quello che fai in televisione. E poi dici che la legge contro l’omotransfobia è un vittimismo degli omosessuali, che sei contro il matrimonio gay e le adozioni gay. Ma se c’è stata gente sparata a New York nel 1969 a Stonewall dove le trans venivano prese a fucilate per i tuoi diritti, per fare la baraccona in tv, non ti permetti di andare contro questa battaglia. È tutto un gioco politico.” In pratica, Eva contro Eva...

***

Quel gran signore di Mino Magli continua a attaccare Elisabetta Gregoraci e di avere prove della loro liason, ma non tutti gli credono anche perché parla di questo nel momento di maggior visibilità della showgirl. Ecco cosa a detto ospite da Barbara D’Urso: “ Posso battere le mani ad Elisabetta Gregoraci per ciò che ha detto al GF? Io conosco la famiglia di questa donna in virtù del rapporto che avevo con lei. Ho conosciuto la famiglia poco, una sola volta il padre. Io le pizze le ho portate a casa di Elisabetta a Roma e non ho mai chiamato i fotografi. Lei dice che mi vendevo per 2€, ma è assurdo. Questa è una cosa assurda. I fotogrtafi c’erano, è vero, ma non li avevo avvisati io. Non ci hanno ripreso solo sotto casa, ma anche altrove”. Ma dove sono le foto?

 

***

Il Tribunale di Bari ha condannato a 1 anno e 2 mesi Domenico De Pasquale (conosciuto come Mingo), ex inviato di Striscia la Notizia, e l’amministratrice unica della Mec Produzioni Srl(di cui Mingo era socio), ovvero la moglieCorinna Martino, per falso, truffa e diffamazione. Secondo l’accusa, De Pasquale ha truffato Mediaset con la complicità della compagna. Si è fatto pagare alcuni servizi attinenti a fatti inventati ma spacciati per veri, e pure rimborsare costi non dovuti per attori e figuranti.

***

La registrazione delle nuove puntate di Uomini e Donne, regala delle eccitanti anticipazioni. Pare che ci siano molte news interessanti per Gemma Galgani. La dama torinese ha raccontato di aver portato la frequentazione con Maurizio Guerci ad un livello successivo, sono finiti a letto insieme. Maurizio, come ricordiamo, è il cinquantenne  con cui Gemma ha iniziato una conoscenza da poche settimane. 

 

***

Vi ricordate la bellissima Fanny Cadeo? Ora conduce la rubrica “ Tested by me”. prodotta da Dominanza Digitale, che tratta con leggerezza il tema della celiachia; “è una  problematica alimentare in forte crescita affrontata in maniera delicata e leggera”-afferma  Fanny Cadeo”-la cucina gluten free si mostra nella sua facilità. Non mi ergo ad essere una  chef provetta”. La ricorderete a “Stiscia la Notizia, ma nel suo curriculum teatro, cinema con Luciano De Crescenzo e programmi televisivi con Raffaella Carrà e la storica “Buona Domenica”.

***

Cristiano Malgioglio in lacrime nella notte dopo essere stato nominato al Grande Fratello Vip. Il cantautore se l’é presa con Giulia Salemi e si é lamentato del fatto che con lei non riesce a parlare di cinema e musica e che non hanno empatia. Per questo lei lo ha nominato. A consolarlo, Stefania Orlando, la vera star del programma. Un meme diventato virale la paragona alla Chanel di Gomorra. Divina.

***

La sesta edizione si sta avvicinando: da alcuni anni, “Storie di Donne”, la kermesse  ideata e condotta da Lisa Bernardini, giornalista  nonché Presidente dell’Associazione Culturale Occhio dell’Arte APS di Anzio, ha il merito di portare all’attenzione del pubblico e della comunicazione quelle donne, note o meno, che si sono distinte nel campo delle professioni e, con abilità e dedizione, hanno saputo portare un contributo rilevante alla società contemporanea. Donne del mondo dello spettacolo, imprenditrici, scrittrici, registe, attiviste e intellettuali, si sono avvicendate sul palco della rassegna e hanno ritirato un premio prestigioso, conferito dall’ Occhio dell’Arte per onorarne la carriera professionale. Per molti secoli, le donne sono state lontane dal mondo professionale, private della libertà di scelta e relegate in ambito domestico; ma oggi, con le loro abilità e le loro competenze, contribuiscono in maniera rilevante all’avanzamento dei saperi e delle conoscenze nei più vari ambiti. Nelle discipline umanistiche, la predominanza delle donne è realtà da molti anni, ma oggi anche negli indirizzi scientifici si registra un incremento notevole del numero di iscritte, future scienziate che insieme alle future umaniste contribuiranno a promuovere una reale parità del genere femminile in tutto il pianeta, sia sul piano dei diritti che su quello dei doveri. In quest'anno così drammatico per l'emergenza sanitaria, Occhio dell'Arte ha deciso di dedicare l'edizione 2020 proprio a riconoscere l'importanza delle Donne nella Scienza, e a tal proposito ha condiviso la scelta del taglio contenutistico con un'altra Associazione laziale: l ' “Associazione degli Scienziati e Tecnologi per la Ricerca Italiana” (ASTRI) presieduta dal fisico Sergio Bartalucci, con sede a Roma.
 ASTRI, pur di recente costituzione, rappresenta, grazie alla sua intensa attività convegnistica e di elaborazione scientifica,  un punto di riferimento, di discussione e di unione per tutti coloro – enti, istituzioni, imprese e persone fisiche – che sono interessati allo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica e al trasferimento della conoscenza che ne deriva alla società civile in favore del progresso industriale, economico e sociale della Nazione italiana. Un' associazione costituita da ricercatori e tecnologi, aperta a tutte le professionalità disponibili a progettare e a proporre soluzioni innovative in tutti i settori della vita sociale. 

 

***

Grazie all'organizzazione congiunta fra le due associazioni, l'edizione 2020 potrà articolarsi in due fasi: la mattinata sarà dedicata alle premiazioni alle donne di scienza, con una parentesi  in rosa dedicata anche al pianeta studentesco giovanile; il coordinamento giornalistico sarà curato da Lisa Bernardini; al pomeriggio, invece si terrà un panel virtuale di genere misto e di confronto allargato proprio sulla questione Cultura e Scienza in epoca Covid, con la partecipazione di esperti e professionisti presentati dal conduttore tv Anthony Peth e coordinati a livello dibattimentale  dal fisico nucleare Sergio Bartalucci. Hanno accettato di partecipare all'incontro nomi del calibro dell'economista ANTONINO GALLONI e del virologo GIULIO TARRO. 

***

E’ in arrivo sulla scena letteraria «MATUSALEMME KID. Alla ricerca di un cuore bambino», il nuovo romanzo autopsicanalitico e, in un certo qual senso, storico — storia del Grande Cinema Italiano —  di Marco Tullio Barboni, sceneggiatore, regista e scrittore, nonché figlio d'arte di E.B. Clucher, al quale, insieme a Bud Spencer, l'opera è dedicata. Con due prefazioni di prestigio, una di  Baba Richerme —  giornalista, critico cinematografico, inviato speciale di Cultura e Spettacolo del GR Rai  e di RadioUno — e una di Giuseppe Pedersoli — produttore, sceneggiatore e regista —, e un'altrettanto importante postfazione del fotografo e critico cinematografico Giovanni Chiaramonte, il volume sarà disponibile dal 1° Gennaio 2021 sull'e-commerce delle Edizioni Paguro — casa editrice campana che lo annovera orgogliosamente fra i suoi titoli —, sui principali bookstore online (Amazon, Feltrinelli, Mondadori, Hoepli, IBS, Libreria Universitaria ecc.) e ordinabile in tutte le librerie grazie all'attività di promozione e distribuzione di LibroCo. Italia e Casalini Libri. “Riscoprire e confrontarsi con il proprio cuore bambino: è sicuramente la più efficace e insieme la più imbarazzante delle terapie antiaging” – ci tiene a sottolineare Marco Tullio Barboni. “Sì, perché se, dopo Gesù (“se non diventerete come bambini non entrerete nel regno dei cieli”), in tanti tra i grandissimi, da Jung a Neruda, da Nietzche a Dostoewskij, hanno ribadito l’importanza di non perdere mai il contatto con il bambino, il Kid,  che ognuno, per quanto avanti con gli anni, per quanto Matusalemme,  ha dentro di sè, in pochi poi quel contatto lo hanno cercato e lo cercano effettivamente. Farlo è, invece, il più corroborante degli insegnamenti e, come recitava il titolo di un vecchio programma, non è mai troppo tardi per acquisirlo”.Il romanzo è arricchito anche da un cortometraggio animato che mette in scena le parti più significative della trama. Realizzato con la sceneggiatura di Marco Tullio Barboni, la regia di Michele Citro e la realizzazione grafica e animata di Felicia Salomone — promettente studentessa dell'Università del Videogioco e del Cartone Animato IUDAV/Vhei (Valletta Higher Education Institute) — è già disponibile alla visione su YouTube digitando, semplicemente, il titolo del libro.

La mission del volume secondo il pensiero di Marco Tullio Barboni : “Stavolta bisogna recuperare l’adulto da un diverso tipo di analfabetismo: quello che deriva dall’incapacità o dall’imbarazzo di guardare dentro di sè per scoprire quanto migliori avremmo potuti essere se a quel “cuore bambino”  avessimo dato maggior ascolto. Nella fattispecie, il confronto, unico e irripetibile, con il mio cuore bambino non è che il  paradigma  di milioni di altri possibili confronti, tutti unici e irripetibili, con altrettanti meravigliosi, entusiasti, empatici e troppo spesso inascoltati, cuori bambino”.

Non resta adesso che addentrarsi nel passo del libro: buona lettura! 

***

É in scadenza il bando relativo alla 13^ Edizione 2021 del premio letterario Internazionale Città di Cattolica - Pegasus Literary Awards definito dalla stampa, l' Oscar della letteratura italiana; il premio, patrocinato dalla Regione Emilia Romagna e dal Comune di Cattolica, è una delle maggiori manifestazioni conosciute a livello internazionale per la qualità dei contenuti nonchè il più grande premio popolare italiano. Una kermesse che si occupa di rilanciare la cultura letteraria stimolando la creatività dei giovani e dei meno giovani, e di scoprire nuovi talenti, occupandosi nel contempo di celebrare coloro che negli anni si sono particolarmente distinti in campo culturale.
Dichiara il patron del Premio, Roberto Sarra: "Nonostante la pandemia, l’interesse per questo premio è in costante crescita e le richieste di partecipazione provengono da diversi paesi del mondo: Spagna e America latina in testa. Paesi dove la poesia e la letteratura sono molto sentiti. É stata prodotta un’apposita campagna in tal senso in  lingua spagnola proprio per il particolare interesse suscitato in quei luoghi. Anche dagli Stati Uniti e
dalla vicina Inghilterra le istanze non mancano". 
Alla passata edizione, nonostante le avversità, sono state premiate star Internazionali del calibro di Joe Jackson che va ad aggiungersi ai tanti
meravigliosi superospiti che vi hanno preso parte nelle varie edizioni: giornalisti come Sergio Zavoli, Lucio Lami, Roberto Gervaso, Magdì Allam; scrittori come Pierluigi Panza, Gabriel Nissim;  registi come Pupi Avati e Leandro Castellani vincitore del Leone d'oro al festival di Venezia; musicisti come Vince Tempera e Mario Lavezzi; infine autori di testi come Cristiano Malgioglio. 
Tanti anche i vincitori di premi di prestigio quali Roberto Pazzi già trionfatore del Campiello. 
Conclude Sarra: "Ampio spazio viene dato anche ad autori emergenti e a nuovi talenti che trovano nel Premio Città di Cattolica l’ideale trampolino di lancio verso la notorietà".
Il Premio mette in palio ogni anno numerosi premi in denaro e diversi contratti editoriali per trasformare in realtà il sogno di vedere pubblicato e distribuito il proprio libro su scala nazionale tramite le librerie del gruppo Feltrinelli e Ubik.
Il bando scade il 01 febbraio 2021

***

Riparte al 100% Mood Officina di Idee

Nelle officine si crea, ci si sporca le mani, si fanno le prove, si progetta, si realizza, poi si cambia, si modifica e alla fine la soluzione più adatta, quella che calza a pennello, quella realizzata a regola d'arte, affiora.

Mood Officina di Idee è un luogo dove i pensieri diventano progetti, e i progetti diventano realtà.

Giancarlo Dall’omo è stato in grado di mettere insieme l'esperienza di molti.

Creativa, a tratti ,visionario, Giancarlo Dall’omo ha saputo dimostrare negli anni  la differenza tra l'apparire e l'essere, crede nella squadra, e non nel singolo, perché la diversità di visioni, di pensieri, di settori di provenienza, se adeguatamente gestite, portano inevitabilmente a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Un gioco ad incastri, dove le sinergie e l'unione di più identità, nel rispetto della loro tradizione, affidano la gestione della comunicazione strategica previa una gestione e condivisione le diverse potenzialità creando un flusso unico di immagine e comunicazione integrata.

Accentrare la strategia comunicativa e creativa per condividere i risultati in termini di visibilità e identità di gruppo per diventare più competitivi sul mercato.

La compartecipazione di Mood in ogni progetto/azienda inserito nel gruppo diventa essenziale per avere la certezza del risultato: tutto l'apparato creato per divulgare, spiegare e proporre le aziende, verrà promosso attraverso i canali ufficiali editoriali creati , implementati e gestiti come i social, il magazine, la radio , il mondo degli eventi e dello spettacolo, da sempre Core Business per MOOD e le connessioni con l’universo della Musica internazionale.

Molti sono i progetti sui quali il team sta lavorando, dagli accessori , agli eco trasporti. 

Dai blog