Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Liceo vieta leggings e tuta: "Le ragazze distraggono gli studenti"

Luca Di Martino
  • a
  • a
  • a

I personaggi nelle foto, così per dire, non potrebbero entrare nel liceo del Nord Dakota, America. Dopo alcune riflessioni il preside del liceo americano ha ritenuto che leggins, jeans skinny , pantaloni da ginnastica sono "una distrazione" potenziale per i ragazzi. Per far sì gli studenti maschi non abbassino troppo lo sguardo, perdendo la concentrazione, il preside ha quindi inserito nel regolamento della scuola il "divieto di indossare abiti provocanti". Tutto questo a discapito della comodità delle ragazze, che vedono - soprattutto - nei leggins un'alternativa al solito look casual. Tuttavia in America questa restrizione disciplinare non è nuova. Tempo fa il liceo "Devils Lake" bandì in maniera rigorosa e intransigente questi abiti femminili in quanto "potrebbero deviare l'attenzione degli studenti su cose extra-scolastiche". Forse non aveva tutti i torti. Ma, come hanno sottolineato le centinaia di ragazze che si videro coinvolte nell'episodio per il quale scaterano vere battaglie - tutte perse-, questi regolamenti possono causare problemi di pregiudicazione e rafforzare stereotopi a danno degli studenti. Dettando l'idea che i ragazzi non saprebbero altrimenti controllare i propri sentimenti e confermando implicatamente una loro impotenza. Di pregiudicazione perché di fatto non esiste alcuna restrizione per nessun abito maschile.

Dai blog