Cerca

sicilia

Palermo: padre ballerino pestato, mio figlio sotto choc per quegli insulti razzisti (2)

1 Agosto 2018

0

(AdnKronos) - "Non è affatto così - dice - E' falsissimo, mio figlio non ha detto proprio niente. Era fuori dal pub quando è stato avvicinato da questi due che lo hanno molestato facendogli cadere il cappellino a terra". Il papà di Davide ha la data di nascita del figlio tatuata sul braccio: "Lo abbiamo adottato quando aveva appena 40 giorni - dice quasi con le lacrime agli occhi - Adoro mio figlio e vederlo soffrire mi fa molto male". "Lui non aveva mai subito episodi di razzismo, fa il ballerino di zumba, di balli caraibici, è sempre in giro, sempre benvoluto da tutti, - dice ancora il padre - Questi sue sono due balordi e basta. Spero che paghino".

E poi Giuseppe Mangiapane ai rivolge agli inquirenti: "Non capisco perché non ci sia l'aggravante del razzismo nel capo d'accusa dei due aggressori. Gli hanno detto frasi razziste orribili, perché non c'è l'aggravante? La legge farà il suo corso. Dio, forse, perdona ma io aspetto fiducioso la giustizia"

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media