Cerca

cronaca

Mafia: Scarantino, 'i poliziotti mi mostravano i 'pizzini' per fare gli interrogatori'

17 Maggio 2019

0

Caltanissetta, 17 mag. (AdnKronos) - Dei 'pizzini', scritti a mano, da aggiungere ai verbali per spiegare all'ex pentito Vincenzo Scarantino "cosa dire" durante gli interrogatori in aula al processo per la strage di Via d'Amelio. A raccontarlo in aula è lo stesso ex collaboratore di giustizia nella deposizione al processo sul depistaggio sulle indagini della strage di via D'Amelio. I 'pizzini', cioè i fogli di carta scritti a mano, sono stati mostrati oggi, durante l'udienza a Scarantino, sempre coperto da un paravento di colore bianco, scansionati su un computer. I verbali erano riferiti alle prime dichiarazioni fatte da Scarantino depositate al processo Borsellino uno e di cui si è saputo solo nel secondo processo per la strage di via D'Amelio. Secondo la Procura di Caltanissetta quei 'pizzini', che sarebbero stati vergati a mano dal funzionario Fabrizio Mattei, imputato al processo con altri due poliziotti, Mario Bo e Michele Ribaudo, sarebbero la prova dell'indottrinamento che i poliziotti del gruppo 'Falcone e Borsellino' avrebbe fatto con l'ex pentito Scarantino.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media