Cerca

Assegni

Inps, inviati oltre 500mila sms: a rischio la mensilità di ottobre

8 Ottobre 2019

2
Inps, inviati oltre 500mila sms: a rischio la mensilità di ottobre

L'Inps, allo scorso venerdì 4 ottobre, ha inviato 519.586 sms per avvisare i percettori di reddito o pensione di cittadinanza che hanno presentato la domanda nel mese di marzo della possibilità di integrare la domanda a un link sul sito web dell'istituto di previdenza. Nella sola giornata di venerdì sono pervenute 114.352 integrazioni.

L'istituto ricorda che le prime domande di reddito o pensione di cittadinanza sono state presentate, a partire dal 6 marzo 2019, utilizzando un modello che è stato successivamente cambiato, il 2 aprile 2019, a seguito delle modifiche apportate dalla Legge di conversione (L. 26 del 2019) del Decreto Legge istitutivo (D. L. 4 del 2019). Se non saranno inviati i documenti integrativi entro il 21 del mese, il pagamento della rata di ottobre potrebbe essere sospeso. Sospensione che durerà fino all'invio delle note mancanti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • La Smorfia

    08 Ottobre 2019 - 16:04

    519.586 percettori di Reddito di Cittadinanza, TUTTI dotati di SMARTPHONE altrimenti L'INPS non avrebbe potuto inviare loro un SMS. La notizia si commenta da sola... ma ai GRULLINI promotori di tale misura assistenziale chiedo semplicemente una cosa: "Siamo certi dei problemi economici dei beneficiari del RdC, poiché malgrado ciò, ognuno di loro possiede comunque un cellulare"?

    Report

    Rispondi

  • levantino

    08 Ottobre 2019 - 10:10

    Ma la lettera,spero che l'abbiano mandata a chi percepisce una lauta pensione/reddito.

    Report

    Rispondi

media