Cerca

economia

Il panettone solidale che aiuta la Croce Rossa Italiana

4 Dicembre 2019

0
Il panettone solidale che aiuta la Croce Rossa Italiana

Roma, 4 dic. - (Adnkronos) - Se è solidale, il panettone è ancora più buono. Dal 2 dicembre acquistare il classico dolce di Natale può aiutare la Croce Rossa Italiana. Lidl Italia riporta sugli scaffali dei suoi 650 supermercati in tutta Italia il Panettone Classico solidale a marchio Deluxe e per ogni pezzo venduto, ne donerà uno alla Croce Rossa Italiana che, attraverso i propri comitati territoriali, lo venderà nelle principali piazze italiane per finanziare i suoi progetti di solidarietà.

"Siamo davvero orgogliosi di continuare la collaborazione con Croce Rossa Italiana - dichiara Alessia Bonifazi, Responsabile Comunicazione & Csr di Lidl Italia - Lo scorso Natale, i nostri clienti hanno risposto con grande partecipazione all'iniziativa, tanto da arrivare a donare oltre 54.000 euro, cifra che Croce Rossa ha trasformato in 'Sano e buono', un progetto itinerante in 6 città italiane, da Nord a Sud, per promuovere tra i giovani uno stile di vita sano e una corretta alimentazione".

Inoltre, lo scorso marzo in occasione della Pasqua, l'azienda ha lanciato l’uovo di cioccolato solidale a marchio Deluxe che ha sostenuto, grazie alla somma donata di oltre 33.000 euro, il progetto sociale "In vacanza con gusto": iniziativa volta alla realizzazione di campi estivi per oltre 200 ragazzi dagli 8 ai 17 anni per valorizzare temi legati al benessere fisico e nutrizionale.

Questa iniziativa fa parte del più ampio programma di Responsabilità Sociale di Lidl Italia che ha recentemente pubblicato il suo primo Report di sostenibilità, consultabile sul sito corporate.lidl.it

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Sergio Mattarella alla Prima della Scala, un curioso video da dietro le quinte

Maria Giovanna Maglie, Stasera Italia
C'è un pinocchio e un grande Mes, scopriteli su Camera con Vista
Matteo Salvini allontana i giornalisti dallo stand della Lega: "Tanto scrivono quello che vogliono"

media