Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Moody's: "40% di possibilità di cadere in recessione". Pandemia, lo scenario peggiore

  • a
  • a
  • a

Gli economisti hanno lanciato l'allarme: c'è il 40% di probabilità che il coronavirus contagi l'economia globale, facendola sprofondare nella recessione. Oltretutto - avvertono - se il virus venisse dichiarato pandemia, la crisi economica mondiale sarebbe certa. L'agenzia di rating statunitense Moody's ha condotto uno studio sulle stime di crescita del Pil mondiale. Presumibilmente l'economia del globo subirà un arretramento dello 0,4 % nel 2020. Effetti moderati, ma dalle ripercussioni globali, anche negli Stati Uniti, che secondo Moody's dovranno tagliare le stime di crescita dell'1,7%.  Leggi anche: Coronavirus, il professor Rezza: "Perché il caldo potrebbe non arrestare il contagio" Con l'aumento dei contagi, le Borse europee crollano. Nonostante ieri abbia chiuso in positivo (+ 1.44%), la Borsa di Milano ha bruciato miliardi di euro, e gli effetti nelle altre capitali europee si sono fatti sentire. Se l'economia globale non navigava già in acque serene, adesso il rischio recessione è tangibile. A dispetto di ciò, l'Unione Europea minimizza: "I rischi del coronavirus si sono già materializzati parzialmente", ha dichiarato Paolo Gentiloni, commissario agli Affari economici. Probabilmente la concessione di ampi margini di flessibilità per risollevare l'economia potrebbe non essere sufficiente, cosicché Bruxelles sta pensando a rimodulare le politiche di bilancio della zona euro.

Dai blog