Cerca

A New York

George Soros, il re degli immigrati nel mirino: pacco bomba nel suo appartamento

23 Ottobre 2018

9
Paura per Soros: pacco bomba nel suo appartamento

Un pacco esplosivo è stato trovato a New York nella cassetta postale della residenza George Soros, lo speculatore e filantropo d'area liberal al centro di attacchi dei sovranisti per il suo sostegno economico a Ong e migrazionismo. Il pacco è stato rinvenuto da un dipendente, che lo ha portato in una vicina area boscosa e ha avvertito la polizia. Secondo la polizia, che lo ha fatto brillare, all'interno del pacco c'era quello che appariva come un ordigno esplosivo. L'indagine è stata poi affidata all'Fbi, che in un tweet ha rassicurato sull'assenza di pericoli per il pubblico. A quanto riferisce Times of Israel, Soros non si trovava in casa.

Per approfondire leggi anche: George Soros, re dei migranti

Sopravvissuto all'Olocausto, l'88enne Soros è un miliardario americano di origine ungherese. Tramite la sua fondazione Open Society ha finanziato il partito Democratico negli Stati Uniti e organizzazioni della società civile per la difesa dei diritti umani in tutto il mondo, diventando bersaglio di attacchi di partiti populisti e nazionalisti, specie in Ungheria.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dagoleo

    27 Ottobre 2018 - 11:11

    Peccato che non gli abbia fatto saltare quella capoccia marcia che si ritrova.

    Report

    Rispondi

  • Anna 17'

    23 Ottobre 2018 - 20:08

    Gli è andata ancora bene. Personalmente auguro a questo infame tutto il bene che sta facendo sia agli europei/italiani che agli arabi. Come pure agli statunitensi ed a tutti i disperati che si ritroveranno più disperati di prima.

    Report

    Rispondi

  • dotbenito

    23 Ottobre 2018 - 20:08

    peccato che non ha funzionato questo delinquente non merita altro

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media