Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Roberto Burioni a Che tempo che fa: "Difficile da arginare, l'unica strada è la quarantena"

Gabriele Galluccio
  • a
  • a
  • a

Roberto Burioni offre un aggiornamento sul coronavirus a Che tempo che fa. "I dati che arrivano dalla Cina possono essere poco affidabili - esordisce il virologo da Fabio Fazio - e quindi non è sbagliato immaginare che i casi siano molti di più. Questo però significa che la mortalità è inferiore". Una buona notizia, seguita però da una negativa: "Il coronavirus è il più difficile da fermare. Speriamo che la Cina ci riesca, noi invece abbiamo una sola strada, ovvero mettere in quarantena le persone a rischio". Dopo aver ribadito che non è assolutamente il caso di andare in vacanza in Cina in questo periodo, Burioni esprime il suo parere su una possibile cura: "Sul vaccino e sui farmaci non ci possiamo contare a meno che un farmaco già utilizzato per qualcos'altro funzioni per il coronavirus". Per approfondire leggi anche: "Perché il contagio boccia la politica dei porti aperti" "Noi speriamo che la Cina riesca a fermare il virus, nel frattempo noi abbiamo solo una strada: mettere in quarantena le persone a rischio." Riascoltiamo le @RobertoBurioni a #CTCF in merito al #coronavirus pic.twitter.com/mmoe8IRhPi— Che Tempo Che Fa (@chetempochefa) February 9, 2020

Dai blog