Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Donald Trump, attacco a Joe Biden: "Un criminale che va arrestato"

  • a
  • a
  • a

Donald Trump spara le ultime cartucce prima delle elezioni del 3 novembre. Il presidente americano, durante l'ultimo comizio, ha attaccato l'avversario democratico Joe Biden con toni drastici: "La famiglia Biden è un'impresa criminale, una delle più corrotte della storia americana, una famiglia che nel suo partito ha passato il potere ai marxisti", ha tuonato dal palco della Georgia. Il riferimento del tycoon è allo scandalo che coinvolge Hunter Biden, figlio del candidato dem alla Casa Bianca. Quest'ultimo ha presentato suo padre, ai tempi della vicepresidenza, a un alto dirigente della società energetica ucraina Burisma dove lavorava, meno di un anno prima che l'ex vice di Obama facesse pressioni sui funzionari del governo ucraino per licenziare un procuratore che stava indagando sulla società. "E' il più grande scandalo politico dopo lo spionaggio sulla mia campagna da parte di Obama - ha aggiunto The Donald -. Arrestateli".

"Le indagini da parte dei media e di due commissioni del Senato a guida repubblicana sono giunte tutte alla stessa conclusione - ha replicato il portavoce di Biden, Andrew Bates, in merito alle mail citate dal New York Post - ossia che Joe Biden ha portato avanti la politica ufficiale degli Stati Uniti nei confronti dell'Ucraina e non ha commesso alcun illecito". 

Dai blog