Cerca

Bossi senza freni: i clandestini

non sono ammessi in Vaticano

4 Luglio 2009

4
Bossi senza freni: i clandestini

Arcore, territorio berlusconiano. È da qui che Umberto Bossi ieri sera ha fatto da mattatore alla festa della Lega Nord nelle ore immediatamente successive all’approvazione del pacchetto sicurezza e al fiume di polemiche che ne è nato, anche dall’altra parte del Tevere romano. Dal paese brianzolo il Senatùr non ha risparmiato frecciatine velenose nemmeno al Vaticano, che ha già “i suoi problemi” e che, fino a prova contraria, non ammette l’immigrazione clandestina.
“In Vaticano è vietato far entrare i clandestini”, sono state le precise parole del leader del Carrocchio. Che poi precisa: “E poi le critiche non arrivano dal Vaticano. Chi ha parlato è solo un prete, è uno dei tanti".
"Quando si fanno venir persone a casa propria – sottolinea Bossi - si sa già come va a finire: bisogna dargli la casa gratuita e alla fine la gente lavora per pagare l'interesse di altri".
"I servizi sono passati dalle bombe alle donne" - "Immigrazione, sicurezza, ma anche la campagna di certa stampa nei confronti del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. E nemmeno in questo caso il ministro per le Riforme si trattiene e alza il tiro contro chi dovrebbe tutelare la carica dello stato: “I servizi segreti sono una brutta roba”; “Dietro a queste porcate ci sono sempre i servizi”; “Invece di farsi accompagnare dai servizi, è meglio farsi accompagnare dalla gente della Lega o dalla polizia come faccio io”. E ancora: “I servizi prima usavano le bombe, adesso usano le donne...”.
È una difesa ad oltranza quella di Bossi nei confronti del Cavaliere. Sarà che si trova ad Arcore, ma lui non crede “nemmeno a una parola sulla faccenda delle donne. Io non riesco mai ad essere solo neppure quando vado al cesso, figuriamoci lui”. Al premier accerchiato va comunque un augurio particolare, pittoresco: “Magari avesse tempo per fare quello che si dice. Glielo auguriamo, ma mi sa che è solo una pompata fatta in campagna elettorale dagli altri”.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 8508edmo

    04 Luglio 2009 - 13:01

    Grande Bossi !!! è il solo che non gira attorno ai problemi ma te li scodella papali-papali nella loro realtà! Con personaggi di mezza tacca tipo Casini, Franceschini, Veltroni, ecc.ecc. stanno tentando di abituarci alla solita mediocre inconcludente tiritera, ma diciamola tutta: se il vaticano ha tanto a cuore i clandestini, li accolga tutti entro le sue mura dorate: gli italiani non aspettano altro!!

    Report

    Rispondi

  • renogiovagnorio

    04 Luglio 2009 - 12:12

    Meno male che c'è la Lega. Soltanto i padani scendono in campo a difendere il capo del Governo e a rintuzzare le "sinistre" elucubrazioni di pretini e monsignorini cattocomunisti. Ed ha ragione Bossi quando ricorda che in Vaticano i clandestini non entrano. Ma non entrano e non trovano accoglienza nemmeno nelle lussuose ed accoglienti dimore di frati, fratacchioni, canoniche ed altre strutture della Chiesa. Predicano bene e razzolano molto male. Andassero all'inferno!!!

    Report

    Rispondi

  • gabrilella

    04 Luglio 2009 - 12:12

    hai detto cose giustissime, il Vaticano dovrebbe preoccuparsi di questi preti e monsignori che vogliono solo fare politica. Io li manderei missionari in Africa o altri paesi così possono dedicare la loro vita ai poveri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media