Cerca

Sicurezza, La Russa rilancia:

soldati in città e in spiaggia

12 Agosto 2009

8
Sicurezza, La Russa rilancia:
È ormai quasi del tutto completato il dispiegamento di 1.250 soldati nei capoluoghi d’Italia, che vanno ad aggiungersi ai già 3.000 uomini in servizio dalla scorsa estate. E nel frattempo il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, si è complimentato per i segnali positivi arrivati anche da Bergamo, Rimini e dalle altre città “dove per la prima volta  sono dispiegati i militari, insieme con i carabinieri e la polizia”.
“E' quindi confermata la grande validità di questo provvedimento – ha detto La Russa -, che  nulla vuole togliere alla capacità di carabinieri e polizia, ma vuole offrire un rinforzo per le pattuglie per il controllo dei luoghi sensibili e dei centri di espulsione".
"Nessuna spesa aggiuntiva" - Intervistato da  Affaritaliani.it, il ministro ha spiegato che "non si tratta di una cifra  casuale” quella dei nuovi militari schierati nei centri urbani: è stata individuata dal ministero della Difesa “come contributo massimo ai 3mila militari già in servizio, senza aumentare il costo dell’operazione. Abbiamo studiato un anno e alla fine ci  siamo riusciti, adottando una serie di accorgimenti come quello di  utilizzare le strutture militari al posto degli alberghi o quello di uniformare le indennità di militari, carabinieri e poliziotti".
Collaborazione con le forze dell'ordine - Ma per l’estate 2009, il loro impiego non sarà limitato alle città: "Il provvedimento – ha spiegato La Russa - consente ai prefetti e ai comitati  provinciali per l’ordine e la sicurezza di impiegare i militari non  solo nel capoluogo ma anche nella provincia. L’utilizzo dei militari anche in questo modo è dunque a discrezionalità del prefetto”. Come nel caso di Rimini dove “vengono  impiegati anche in provincia. Il loro compito è di operare per assicurare il rispetto della legalità e quindi reprimere qualsiasi reato. A differenza delle ronde, che sono disarmate e possono solo avvisare, i militari hanno compiti di polizia giudiziaria e nelle pattuglie c'è sempre anche un carabiniere o un poliziotto”.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marino43

    18 Agosto 2009 - 11:11

    Molti bambini hanno giocato e forse giocano con i soldatini... questo ministro si diverte con i soldati e quando si mette la tuta mimetica e' felice... Se usasse i militari per abbattere le case abusive al sud, nei parchi nazionali, nelle aree archeologiche...Farebbe davvero una cosa bella...ma li non lo vuoe fare perche' perderebbe voti...e allora continuiamo a giocare con i soldatini nelle citta'. Con un governo che si diletta con le veline anche i soldatini ci stanno bene.

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    14 Agosto 2009 - 15:03

    in questi giorni, purtroppo, a Bologna, un anziano ultranovantenne è stato aggredito e picchiato per strada, scopo rapina,ed è morto in conseguenza delle percosse.Il bastardo che lo ha ammazzaro, per pochi spiccioli, è tuttora sconosciuto e latitante, ma la gente parla di un nordafricano, cioè di uno dei tanti balordi/predoni che allietano la quotidianità cittadina. Nonostante ciò, i radical-chic reggenti la città hanno avuto la sfrontatezza di rispondere al Ministro che, a Bologna, i militari "non servono"...vorrà dire che aspetteremo l'istituzione del coprifuoco, prima di renderci conto della situazione!

    Report

    Rispondi

  • piero1939

    13 Agosto 2009 - 13:01

    ignazio mettene tanti tutti ma col mitra ed il colpo in canna. mi raccomando. tra poco sara' la sura a dominare impiccagioni lapidazioni e taglio di capocce mani e gambe. altro che sanita' frenata. il profeta incalza. preparate il prepuzio sara' gettato alle ortiche.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media